lunedì, giugno 28

Gelato al matcha (beta version) in attesa delle vacanze

Ciaooo Ragassuoli!!! ^^ Un'altra settimana è finita, e un'altra comincia proprio oggi.
Passato bene il week-end? Spero di si...Io mettendo a posto i cassettoni ho ritrovato la mia scatoletta di té Matcha che tengo da parte come un piccolo tesoro, solo per le occasioni speciali, e mi si è accesa una lampadina in testa...'Ma io non ho mai provato a fare il gelato!', penso, e un'attimo dopo sono tra i miei libri a cercare di mettere insieme le idee e capire cosa fare.
Avevo poche idee e ben confuse, ricordavo le nozioni del corso di cucina fatto alla Peccati di gola, e mi sembrava di ricordare che la meringa italiana fosse usata proprio per i semifreddi per evitare che gelino. Magari è una colossale baggianata, ma partendo da questa idea e questa ricetta mi sono messo all'opera.


Gelato al té matcha senza gelatiera.

Ingredienti

1 cucchiaio té matcha
200 ml latte intero
200 ml panna fresca
2 uova
100 g zucchero


Allora...per prima cosa mettere nella casseruola il cucchiaio di té, poi aggiungere un goccio di latte, stemperare la polvere, aggiungere un'altro po' di latte e continuare così fino a quando avrete versato tutto il latte, evitando così grumi. Poi aggiungere la panna e iniziare a scaldare a bagnomaria. Mentre latte e panna vanno assieme verso il bollore, separare i tuorli dagli albumi, mettendo da parte per il momento questi ultimi, e montare i tuorli con metà dello zucchero fino ad renderli bianchi e spumosi. Quando il latte quasi bolle, versarne un po' sui tuorli, mescolando velocemente in modo da farli entrare in temperatura, poi aggiungerli nella casseruola del latte. Cuocere sempre a bagnomaria finché non velerà il cucchiaio.
Mettete in un pentolino lo zucchero rimasto e aggiungere un cucchiaio d'acqua, poi iniziare a fare il caramello per la meringa. Mentre lo zucchero si scioglie ( mi raccomando, NON mescolatelo MAI mentre fate il caramello!!) montate a neve ferma gli albumi, e quando lo zucchero sta per prendere colore ma è ancora trasparente ( dovrebbe essere tutto una bolla) aggiungetelo a filo mentre mescolate con lo sbattitore. Perdonatemi se sono grezzo, ma non ho il termometro! Sorry!
Poi, mescolate i due composti. Ora, io ho avuto serie difficoltà ad amalgamarli bene senza smontare completamente tutto... però con la calma ce la si fa :P
Fatto questo, inizia la parte pallosa: Metterlo in freezer, e mescolarlo ogni mezz'ora ^^
E' un po' noioso, però il risultato (con un pò di sciroppo di amarene sopra, che ci sta BENISSIMO)
è questo qui:



;P Mica male!!

Questo è stato il dolce di ieri sera, dopo la grigliata gentilmente offerta dal mi Babbo ( che mangiata di pancetta!!!) e l'aperitivo a base di Spritz e Jalapeno fritti ripieni al formaggio ed erbe.
Volevo postarvi anche questi ultimi, anche perchè ne ero molto orgoglioso visto che a parte il formaggio, TUTTO il resto proveniva dal mio orticello.
Tuttavia io e la Scimmietta ce li siamo spazzolati in pochi secondi, nemmeno il tempo di prendere la macchina fotografica! ^^ Ma erano davvero speciali, quindi appena la piantina finisce di far crescere quello che ha su ora, faremo il bis :P
Il tutto ieri è stato parte del piano criminoso "Diamo alla Scimmietta un pomeriggio di riposo", messo in atto perchè la succitata bipede stà studiano da mane a sera ogni santo giorno poverina, e dovrà andare avanti con questo ritmo fino al sei luglio poverina!
Per fortuna che poi partiremo per le (meritate) vacanze, passando una decina di giorni a visitare da 'nomadi' la Croazia del Nord e la Slavonia. Ho già preparato il piano di viaggio, e non vedo l'ora nemmeno io ormai :P Abbiamo scelto una meta insolita, lo sappiamo, di solito tutti in Croazia si buttano sul mare.. Però, a parte il fascino che ha su di me la cucina 'povera' e tradizionale dei paesi stranieri, abbiamo scelto così anche perché crediamo sia giusto portare un po' di soldi nell'economia anche della gente dei luoghi meno visitati dai turisti, ma non per questo meno belli, e per rendere omaggio a posti che sono stati 'violentati' dalla guerra pochi anni fa,negli anni novanta, e che ancora adesso ne porta dure cicatrici.
Beh,dai, ora tiriamoci su:
vi auguriamo una stupenda settimana!
Un'abbraccione!!!
Mò & Jul

giovedì, giugno 24

Funghi, lampontini, noci e nostalgia.

Ciao Ragassuoli! ^^ Buona seeera! L'avvenimento più bello della mia settimana è....tadadadadadaa.. che sono passato all'esame per l'autorizzazione alla raccolta dei funghi! ^^ Ebbene sì, ho anch io finalmente il cosiddetto patentino! ^^ Questa cosa mi rende molto felice, quando ero piccolo e mio zio era in vita aspettavo solo di crescere per poter andare con lui a cercar funghi, mi sembrava una cosa così avventurosa girare nei boschi, lontano dai sentieri sicuri... :) E ora, anche se lui non c'è più, farlo mi farà sentire un po' più vicino a lui. Quindi sì, sono molto felice!
E in tema di felicità, anche l'orto dà le sue soddisfazioni; quest'anno sono riuscito a salvare la mia piantina di lamponi, che adesso da piantina mi si è allargata a cespuglione :)
Proprio ieri avevo preso l'ennesima ciotola di lamponi, quando la Scimmietta mi fa : Amooooreee....ci facciamo un cocktail??
^^ Non siamo certo dei beoni, però ogni tanto ci piace gustarci un buon cocktail, per coccolarci un po'.
Quindi,avendo lì i lamponi freschi freschi, perchè non fare un Lampontini?? ^^ Se avete visto Scrubs, vi verrà subito in mente l'appletini :P e questo ci va vicino..

LAMPONTINI

una manciata di lamponi freschi
vodka bianca
vermouth secco
soda(facoltativa)
limone(facoltativo)

Allora, in un bicchiere capiente, o se siete dotati, in un mixin' glass, mettere i lamponi e ridurli in purea con l'attrezzo per pestare(quello che si usa per i fantastici Mojito). Aggiungere altrettanta vodka, metà vermouth secco, uno spruzzo di soda ( le proporzioni sono 2/5 lamponi 2/5 vodka 1/5 vermouth) e riempire di ghiaccio.Mescolare piano dal basso all'alto e non ruotando con un cucchiaino, finchè non si raffredda tutto ottimamente.
Versare nei bicchieri da martini attraverso un colino, se volete passare una fetta di limone sui bordi del bicchiere per quel 'tocco' in più....
Delizioso! :P Ed ha anche un bellissimo colore!







Eccolo qui...non è invitante? :P










Oggi è il giorno di San Giovanni! A parte gli auguri d'obbligo a tutti i Giovanni, primo fra tutti il mio fratellone, oggi è un giorno davvero speciale: nella tradizione popolare è a mezzogiorno di oggi che si devono raccogliere le erbe 'magiche'. Così, mettendo l'Iperico fiorito raccolto oggi nell'olio si ottiene un unguento che aiuta a guarire dalle ferite, giusto per fare un esempio.
E ,soprattutto, oggi vanno raccolte le noci per il famoso Nocino! In realtà andrebbero toccate solo da mani di vergini, però... ^^ mi sembra dura! Comunque oggi mi sono armato di pazienza e dopo lavoro mi sono gettato in mezzo alla vegetazione e ai rovi per arrivare al Posto Segreto dove cresce un albero di noci mezzo selvatico.. A parte le innumerevoli spine che mi sono preso, tanto da sembrare un cactus piuttosto che un essere umano, ho passato due belle orette...
Non mi sono solo divertito, come quando ho accarezzato un serpentone che dormiva su dei rami, ma ho anche pensato. Ho pensato alle radici, alle tradizioni, e al fatto che mi mancano. Sento la mancanza di qualcuno di 'vecchio' accanto a me, qualcuno che mi insegni a riconoscere le piante e gli alberi, che mi insegni i ritmi della natura e come entrare senza far danni nella 'routine' del mondo 'selvatico'....I libri non possono trasmettere tutto,sono nozioni nude e crude che non possono nemmeno lontanamente competere con una persona le cui nozioni sono derivate dalla vita, che ci regala piccole parti di sé, oltre che della tradizione e saggezza.
E quindi, con questa malinconia, me ne sono tornato a casa, carico di noci che sembravo Babbo Natale con il suo sacco, a preparare il mio Nocino. Adesso è lì, nei vasi ermetici che mi guarda con i suoi occhioni e mi dice 'Ma come farai a resistere fino a Natale per bermi?' :) e io davvero non so che rispondergli.
Ciao Ragazzuoli! Alla prossima!!










Uno dei tantissimi e bellissimi fiori selvatici dell'Isontino.. Nessuno sa dirmi cos'è?? :P
















Eccolo qui il Serpentone! :P Era lungo più di un metro alla fine! Dopo la foto cauto cauto ho provato ad accarezzarlo ed era freddino!!! Però piacevole, non viscido come si crede.. :P Dolce!








Vi lascio in buona compagnia.. la moda dell'estate 2010 dice Bianco e Nero! ^^

martedì, giugno 22

Premio, mesiversario e milkshake after eight

Innanzitutto ringraziamo il caro Brad per questo bel premio, il Funny Food Award, con questo bel micio:A nostra volta lo vorremo cedere a:
Dario
Sarachan

E poi...oggi è il nostro mesiversario! Sono esattamente quattro anni e quattro mesi che stiamo assieme ^^ che bello! Non avrei mai pensato andando indietro negli anni di trovare Moreno. Lui mi capisce meglio di chiunque altro, a volte non servono le parole, ci intendiamo perfettamente; non avrei mai pensato prima di incontrarlo che esistesse una persona del genere, ed è fantastico stare assieme a lui. Per questo lo voglio ringraziare di ogni singolo secondo passato assieme, di ogni minuto, di ogni ora, di ogni giorno, di ogni anno perchè questo tempo è il più prezioso che esista al mondo per me e non smetterò mai di sentirmi bene al suo fianco come spero lui non smetterà di sentirsi bene accanto a me.

Beh...non mi dilungo :) anche perchè ok gridare al mondo quanto ci amiamo ma non vorrei annoiarvi!
Ecco qualcos'altro che invece (forse) vi interesserà:

MILKSHAKE AFTER EIGHT

Ultimamente avevo voglia di qualcosa di fresco e veloce da fare per merenda e così ho ideato questo milkshake in un lampo!

Ingredienti:
due palline di gelato alla stracciatella
un bicchiere di latte
due cucchiai (o anche uno, come lo preferite voi) di sciroppo alla menta

Ho messo nel moulinex prima il gelato, poi il latte e ho frullato finché non si è amalgamato tutto per bene. Poi ho versato il liquido così ottenuto nel bicchiere (badando bene di far scendere tutti i pezzettini di cioccolata), ho aggiunto lo sciroppo di menta e ho mescolato bene con un cucchiaino. Ecco fatto il nostro bel milkshake!
Nella foto magari non si vede ma il liquido ha una deliziosa sfumatura verdastra. Il risultato sarà che sentirete lo sciroppo di menta che si sposa bene con il latte e scenderanno piano piano i pezzetti di cioccolata arricchendo il tutto e facendo somigliare il gusto del milkshake a quello dei famosi cioccolatini after eight, quelli con menta e cioccolata. Da provare per chi li ama ma anche per chi è un po' diffidente...
Una variante è utilizzare il gelato alla panna e poi aggiungere sopra alla fine dei pezzetti tritati finemente di cioccolata al latte (anche amara se la preferite). Non ho potuto provare ancora altre varianti (per esempio, come verrà fuori sostituendo il gelato alla panna/alla stracciatella con gelato al cioccolato?), ma appena posso vi aggiorno!

Infine, per chi come noi è appassionato di celti, antica religione, musica celtica tradizionale e varie, in questi giorni (fino a domenica) c'è il festival Triskell a Trieste, una vera pacchia per gli amanti del genere! Per chi di voi è in zona ed è interessato può vedere QUI il programma, come arrivarci e altre info utili.
Noi ci siamo andati sabato sera incontrandoci con i nostri amici Debora e Daniele. Una bellissima serata, peccato per la pioggia scrosciante che ci siamo beccati (speriamo che in questi giorni il tempo sia migliore!).
Vi saluto, a presto!

domenica, giugno 13

Lo vuoi un gelato?

Ragazzi, si è fatto tanto attendere ma alla fine il caldo è arrivato!
E con il caldo, anche una settimana di vita con la Scimmietta, una settimana quasi di 'prova', finchè casa nostra non sarà pronta, da sfruttare appieno, dovuta alla partenza dei miei genitori per il Portogallo. Quindi, come viziare più del solito la Sopracitatascimmietta? Pensa che ti ripensa, ho deciso per un dolcetto.. :)Ecco quindi un bel gelato al cioccolato!

Ok, ok, lo ammetto...non è proprio un gelato gelato..
è più un...muffin!


Ero al supermarket l'altra mattina, l'idea mi frullava in testa già da un pò, e quando ho visto i coni di cialda in vendita, beh, potevo lasciarli scappare?


In realtà farli è stato davvero semplice.. Ho fatto un impasto per muffins al cioccolato (2 uova, 130 g latte più 2o di rhum-oppure 150 di latte, come preferite- 50 g cacao amaro 50 g burro un pò di cioccolato a pezzettini, vanno benone le gocce, 200 g circa di farina, lievito, 150 g zucchero) e l ho fatto cuocere dentro le cialde, a 180° per circa 20 minuti. Calcolate che non asciughi troppo l'impasto, perchè la cialda sarà abbastanza secca già di suo... Poi ho pensato, ma così non sembrano gelati..come fare? Quindi mi è venuta l'idea: una generosa dose di crema di burro fatta aggiungendo burro buono ad una meringa all'italiana, e la classica ciliegina sulla torta :) Che dite, appetitoso? Devo ammettere che anche da mangiare non sono male! L'unico appunto che mi faccio, è che la prossima volta sarà meglio decorarli con una crema di burro e zucchero a velo semmai, visto che la crema al burro normale non tiene tanto con questo caldo..per il resto, yum! ^^
Poi stasera barbecue, come coronamento di una giornata all'insegna di noi due e del dolce far nulla..da domani si ritorna io a lavorare (e non c'è voglia) e la Scimmia a mangiar banan...ehm...a studiare(e c'è ancor meno voglia ^^).
Ah, tra l'altro, un'altra novità! Le foto di questo post sono tutte opera della nostra nuova macchina fotografica di famiglia, una molto carina Olympus Mju 7010. Ed è di colore rosaaaaaa!!

^^ Quando ho detto alla commessa che volevo la versione rosa mi ha detto- ah! Allora è per un regalo!- e al mio No, veramente è per me mi ha guardato un pò male... =_= Ma perchè le cose belle e rosa devono essere prerogativa femminile?? Piacciono anche a me, uffi!!!
:) Che altro dire..Beh, buona domenica ovviamente! Ciao Ragazzuoli!!!!

domenica, giugno 6

Dolcissimo premio da Jenny e ricette

La cara Jenny del blog "What a life..." è stata davvero molto dolce e ci ha dedicato questo bel premio all'amicizia:

http://4.bp.blogspot.com/_1gQ3PsGIkLs/TAm95h7q5SI/AAAAAAAABHU/-NxjVqPUGSw/s1600/Best+Friend23.gif

Per chi non capisse l'inglese, ecco la traduzione (un po' approssimativa): Anche se ci sono miglia tra di noi, noi non siamo mai lontani, perchè l'amicizia non conta le miglia, è misurata dal cuore.
Noi vorremo a nostra volta dedicarlo a:

Luca&Sabrina, a cui vorremo tanto poter dare tutto il nostro affetto in questo momento
Lu
MammadeglialieniDario
Brad
Rita

Vorrei cogliere l'attimo per ringraziare tutti per la vostra amicizia. Quando abbiamo iniziato con questo blog non avremo mai potuto pensare che sulla rete avremmo trovato delle persone così belle e che sentiamo così vicine nonostante tutto sia mediato da internet; invece, anche se attraverso piatti e freddi schermi, abbiamo riconosciuto in voi un grandissimo calore umano e un'amicizia impensabile. Grazie ragazzi, sia a chi abbiamo dedicato il premio sia a chi non l'abbiamo dedicato. Siete tutti persone meravigliose.

E ora, una ricettina, che ultimamente mancano. Calcolate che è stato un'esperimento e lo posto solo perchè mi sono detto, mangiando "mah...hey! Non fa schifo come pensavo!! " ^^ Tuttavia, non ho pesato niente, quindi vi dico il circa...

Bocconcini di pollo con fichi e noci

Ingredienti per uno

-Pollo, una porzione ( io avevo solo petto, ma se avete dei tagli con anche un pò di ciccia e della pelle,tipo sovracosce, è ancora meglio!)
- un fico maturo;
-una noce di burro;
-un filo d'olio evo;
-sale al vino rosso (Mettete nel mixer del sale grosso con qualche cucchiaio di vino rosso
buono, mixate, stendete su una teglia la pappetta che ne esce, e lasciate tutta la notte ad asciugare. Il mattino dopo re-mixatelo,e avrete un sale divertente da usare. Potete farlo quasi con tutto! ^^ Buonissimo quello al peperoncino, da frullare fresco);
-pepe;
-Un quarto di bicchiere IKEA © di rhum bruno;-gherigli di due noci;
-dell'aglio da usare prima che germogli, più per pietà che per esigenza;


Ok, questo era ciò che la cucina aveva da offrirmi. Certo, potevo uscire a far spesa, comunque prima o poi le scorte vanno riempite..ma al momento, di tutte le cose pronte nel frigo nulla mi soddisfava, e l'idea di uscire ancora meno. Ancora non capisco come faccio ad amare il movimento ed essere pigro come un procione allo stesso tempo...bah.. comunque, cosa fare?
Ecco cosa, esperimento! ^^ Prima cosa ho messo in una padellina un filino d'olio e la noce di burro ( questo perchè il burro era davvero una noce,con quel pò l'ho finito e ho dovuto aggiungere dell' olio :P) e mentre a fuoco bassissimo iniziavano a scaldare assieme a uno spicchio d'aglio in camicia, ho tagliato il pollo a bocconcini, poi l'ho buttato in padella a colorire. Salato, pepato e ben brunito, ho deglassato la padellina con il rhum, rischiando di perdere le sopracciglia nell'impresa grazie al mio, "massì! Flambé!" che ha generato un principio di incendi di pollo. Evaporato comunque l'alcool, ho gettato nel rhum il fico tagliato a ottavi(so che di solito si dice a quarti, ma io l 'ho tagliato in 8...) e i gherigli di noce tritati grossolanamente, così da dare un pò di texture croccante al piatto. Dopo pochi minuti, impiattato et voilà!


L'altro piatto ospita il primo..Cos'altro fare con l'aglio avanzato e le noci da finire? Ho preso Il buon olio EVO, le noci e uno spicchio d'aglio, il sale grosso, un mazzetto di rosmarino, del buon parmigiano grattato e, voilà, un primo! In questo caso spaghetti al pesto di rosmarino.
Ciao ragazzuoli!! ^^ Buona settimana!!

venerdì, giugno 4

Pensieri in montagna..o montagna di pensieri?

E' sorprendente come passare del tempo a scavare dentro se stessi permetta sempre di portare alla luce qualche tesoro.. Il difficile di solito è riconoscerli come tali!

Io a scavarmi dentro sono piuttosto abituato, anzi, spesso mi dicono che sono uno che pensa troppo, però lo stesso non finisco mai di stupirmi. L’ultima occasione che ho avuto è stata l’altra settimana, quando ho trascorso tre giorni in montagna, lontano dalla mia dolcissima Scimmietta.

Io adoro la montagna, amo profondamente tutto ciò che è Natura, e provo un bisogno quasi fisico ad andarmi ad immergere nel nulla, quasi un’astinenza da quei luoghi così ricchi di vita eppure così inospitali.
Non sono un ragazzo molto atletico, spesso mi trovo a camminare ed andare avanti più con la forza di volontà che con quella fisica, ma questo non mi ferma: quasi come un moderno Ulisse, io sento la Natura cantare ed incantare.
La mia grande fortuna, e l’ho in parte finito di capire quest’ultima volta, è stata avere un’infanzia problematica.
Ho passato infanzia ed adolescenza ad essere più maturo dei miei coetanei, e di diverse spanne, e questo mi ha sistematicamente portato a non vivere appieno quella parte della vita. Ora però ho compreso una cosa importante: spesso, i bambini così, tendono a ‘vivere di rendita’, ad avere già una propria maturità invece di doversela costruire come i coetanei, e può succedere (come nel mio caso) che arrivino all’età “adulta” senza aver abbandonato diverse caratteristiche infantili. Per esempio, io non ho subito il processo di disillusione che colpisce chiunque cresca ‘normalmente’,e ora mi trovo in una posizione intermedia, lontano dalla purezza dei bimbi, che ho conosciuto solo per poco, e lontano anche dalla ‘razionalità’ degli adulti. Mi ritrovo spesso a esprimere pensieri molto profondi, e subito dopo a sognare ad occhi aperti come un bimbo, senza provare il minimo fastidio per la convivenza delle due ottiche.

Questo quindi, mi porta a vivere tutto come una grande avventura, ad essere capace di stupirmi, di emozionarmi e di spaventarmi sia del mondo che di me stesso. Specialmente nei boschi, per me ogni cosa è scoperta, è bellissima, sia un animaletto peloso piuttosto che un fiore. ^^ Fino qualche anno fa mi sentivo un po’ a disagio di questo, mi sentivo un po’ alieno,ora invece capisco la mia grande fortuna, e il merito è della mia Scimmietta che tanto mi ha fatto crescere. Se c’è qualcosa di più bello dell’amore, credo sia lo scoprirsi a crescere l’uno con l’altro. Altra parte del merito va al mio amico Mastro, che in montagna mia ha accompagnato, e che con il suo perdersi tante piccole gioie che io invece provavo, mi ha chiaramente indicato la mia sfacciata buona stella.

Sono stati tre giorni di camminata con lo zaino in schiena, nel nulla, e sotto la pioggia quasi incessante. Pesanti, ma ne è valsa la pena. La cosa però più dura è stata staccarmi da Jul. Può sembrare strano detto da uno che per lunghi anni si è dedicato SOLO a rapporti a distanza, ma non riesco a starle lontano più di mezza giornata. ^^ Comunque, in futuro non so se ricapiterà di starle lontano, ma so che sarà una cosa a cui non mi abituerò mai..me lo sento dentro. Pensate che le uniche cose che non ho mai mollato durante il ‘viaggio’ sono state una collana fatta con le sue zampine scimmiesche e la sua fototessera che tenevo stretta la notte.

^^ Comunque, se mi avete letto fin qui, vi meritate che io smetta di scrivere e vi lasci con qualche foto da guardare ^^:




















































Eccoci che approfittiamo prima di cena del fatto che abbia smesso di piovere per un pò, per uscire dal rifugio incustodito che ci ospitava e farci un'autoscatto.. ^^ faceva freddino!!



























































Questo davvero non ho idea di cosa fosse..però è così bello!! ^^






















^^ Capite perchè amo i fiori? Sanno stupire!
















Adoro il profumo del mughetto... ^^









































eccoci quì tutti e due sul sentiero, in uno dei due momenti di sole dei tre giorni.. accanto a noi(precisamente poco dopo i miei piedi) un bel salto di qualche centinaio di metri, ma in montagna, si sa, è abbastanza consueto.





E Voi, carissimi? Cosa vi ricarica le batterie? Cos'è il vostro 'paradiso in terra', ciò che amate con la vostra essenza spirituale in modo intimo e naturale?

Ciao, alla prossima!

Mò.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...