martedì, giugno 4

Momenti di terrore

Ho appena scoperto che nella mia edizione della Commedia (Oscar Mondadori, 2005) al verso 122 del XXVII canto del Purgatorio, pagina 814, c'è un obbrobrioso "sù" (dio anche solo scriverlo mi fa male). Voglio andare a casa della Chiavacci Leonardi, suonare alla porta, dirle "Ciao, Anna Maria!" e schiaffeggiarla. Queste cose non si fanno, eddai!

12 commenti:

Luca and Sabrina ha detto...

Sono curiosa adesso, non ho capito cosa c'è!
Baciotti
Sabrina&Luca

mammadeglialieni ha detto...

XD !!!

Jul e Mo ha detto...

@Luca e Sabrina: "su" va senza accento ;) bacioni!

Jul e Mo ha detto...

@Mammadeglialieni: contenta di averti fatto fare una sana risata! :D

mammadeglialieni ha detto...

sapete cosa invece sbaglio di continuo io?
"perchè" invece di "perché"

e questo mi capita perché sono troppo pigra per piagiare il tastino sulla tastiera...

casputa...che discorso ingarbugliato, ma mi avete capito!

Jul e Mo ha detto...

@Mammadeglialieni: hehe :D guarda, io penso che l'importante sia sapere che va con la "e" chiusa ;) poi se si è pigri quella è un'altra faccenda!

Luna Pizzafichiezighini ha detto...

Guarda, non vorrei risultare molesta, ma il medesimo accento compare nell'edizione
Garzanti (1982), curata da Emilio Pasquini e Antonio Quaglio...che siano da schiaffeggiare pure loro....?

Bacioni

Jul e Mo ha detto...

@Luna Pizzafichiezighini: mi hai messo la pulce nell'orecchio e sono andata a cercare. L'Accademia della Crusca ci dice che (cito testualmente):
"Usuale era distinguere (ma il riferimento è una fase linguistico-grafica ormai superata) "sù" (avverbio) da "su" (preposizione - "vado sù" vs. "su di lui")".
Quindi in teoria sarebbe corretto, ma ormai sorpassato. A me hanno sempre insegnato che va senza accento ;) ah le nuove generazioni!
Ti metto il link se vuoi leggere l'articolo completo:
http://forum.accademiadellacrusca.it/forum_10/interventi/4670.shtml

Luna Pizzafichiezighini ha detto...

Cara giulia l argomento come avrai capito stimola moltissimo anche me e siccome ero certa di trovare una stimolante interlocutrice mi sono presa la briga di andare a vedere qualche fonte pure io !!!!. Prima di tutto l'Enciclopedia Dantesca della Treccani che al lemma "su" dedica ben 6 colonne firmate da Aldo Duro. Si evince che la casistica è così ampia che praticamente ogni luogo fa storia a sé (Dante usa "su" 337 volte nella sua opera delle quali 291 nella DC). Un caso molto frequente è che su' (scritto così) sia troncamento di suso. Poi, nell'uso e nella tradizione manoscritta, il segno di troncamento è diventato accento "sù". E la tradizione manoscritta non si tradisce. Pensa a quel che succede oggi. Po' (poco) ormai (certo anche per colpa del linguaggio cellulare) tutti lo scrivono pò. Ed è esattamente la stessa cosa
quindi effettivamente un paio di schiaffi ci starebbero bene!!
Ora vado a guardarmi link che citi tu: grazieeee!!!!
Bacioni grandi!

Jul ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Jul e Mo ha detto...

@Luna Pizzafichiezighini: mi fa un grande piacere che un post, per quanto "scemotto" come questo, abbia suscitato una tale risposta nei lettori, specialmente te, e sono contenta che abbia iniziato questo dialogo interessante! Molto interessante poi la spiegazione quasi filologica (ma togliamo anche il quasi) di come suso sia stato troncato e poi trasformato in sù :) grazie per averlo scritto, non lo sapevo! Alla fine quindi sarebbe tutto da ricondurre ai copisti, guarda te.
E a proposito di "pò", è una cosa che aborro. Propongo di formare una lega di supereroi a protezione della grammatica! Ci stai? ;D

Luna Pizzafichiezighini ha detto...

Eccomi! prontissima!!
Guarda, non è affatto un post scemotto: è invece uno di quei post interessanti e stimolanti intorno al quale costruire tutta una disquisizione, magari oziosa, ma che a me piace da morire!
Insomma: io mi sono proprio divertita!(e ti ringrazio)
sarà che mi ha offerto anche la possibilità di andare oltre, per una volta, alla sillabazione di pappa-mamma-nanna (faccio la tata a due bimbetti che adoro, e anche se non mi lamento perchè perlomeno un lavoro ce l'ho, mi sarebbe piaciuto poter continuare a fare il mio che era proprio quello di revisore di testi per una casa editrice: altro motivo per il quale sguazzo in questo tipo di discorsi! E lì quando si scovava un errore bisognava farci sopra anche tutta una filippica, supportata da fonti autorevoli, che ne autorizzasse la correzione!).
Quanto a po' con l'accento figurati che poco distante da casa mia c'è un negozio che ha messo un'insegna tutta nuova (di cui l'autore presumibilmente andrà anche molto fiero)che recita: "tabacchi e....di tutto un pò", ovviamente a caratteri cubitali e illuminati da luci al neon, per evitare che passi inosservata....ARGH!!!
Vai con la lega: chiamami quando sei pronta che aderisco senza dubbio!!
Un bacione, buona giornata!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...