giovedì, dicembre 31

Veloce ritorno prima della fine

Ciao a tutti!!

^^ Innanzi a tutto, perdonate le lunghe assenze! Durante questo periodo davvero intenso sia per me( scoperta di parti abusive nella casa appena comprata e pianta completamente diversa da quanto risultante al catasto, problemi con farmaci, influenze ecc ^^ il solito per non annoiarsi dai!) e Giulia tra presentazioni ed esami vari, siamo stati si assenti ma non del tutto; pur con passaggi veloci, anche se senza lasciare commenti, siamo passati spesso da alcuni di voi cui siamo più affezionati :)
Prometto che nella calma dei prossimi giorni farò ben bene il giro dei vostri blog cari amici! Per ora, vi volevo salutare prima della fine di questo 2009..per molti di noi è stato un anno particolare, con molti alti e bassi..c'è stato chi ha cambiato di molto la sua vita, chi l'ha cambiata giorno per giorno..chi ha sentito il bisogno di staccare e andarsene, chi semplicemente è stato dirottato da questi lidi virtuali verso la velocità della propria vita in partenza..Alla fine, però, la cosa più importante è poter essere quì a pensare al domani, la curiosità del cosa sarà, la fiducia nel fatto che chi ci ama ci sarà vicino comunque vada il prossimo anno. Auguri a tutti voi Amici, una buona fine e un'inizio ancora migliore, e soprattutto un nuovo anno tutto da gustare.
E ora di corsa a iniziare a cucinare per stasera! Un abbraccio, Moreno

giovedì, novembre 19

Presentazione

Ragazzi, quanto tempo è che non scrivo in questo salotto!
Ultimamente ho un periodo veramente da pazzi! Tra esami, lezioni all'università e preparazioni per la presentazione del mio libro non ho avuto un attimo libero nemmeno per scrivere una parola, figurarsi un post intero! Moreno mi è stato vicino come sempre, in modo fantastico, silenzioso, paziente. Soprattutto paziente :) sì, perché il giorno della presentazione ho dato veramente di matto!
All'ultimo minuto sono venuti fuori tantissimi problemi: i miei capelli, primo di tutti: un orrore!!Ero andata dalla parrucchiera per farmi un po' bella (e nello stesso tempo eliminare un po' delle doppie punte che mi affliggono) ed esco da lì con una testa che sembra la criniera di un leone!! Ma cavolo, se io ti dico che voglio dei boccoli solo verso la fine, perché mi fai la testa tutta riccia dalle radici alle punte??? Ok...e lì prima crisi di pianto. Le cose non vanno mai come voglio io, eccetera. Mi lavo i capelli, mi calmo un po' e il gioco è fatto (almeno per il momento).
Nel frattempo Pierluigi, il tipo che doveva leggere dei brani dal mio libro, mi ha mandato un messaggio: tosse e raffreddore gli impediscono di parlare, figurarsi di leggere pagine intere! Altra crisi, altro pianto, decido che leggerò io e il mio amore e Colazione da Tiffany mi calma un po' ma non troppo perché nel mentre arriva mia mamma, vede i miei capelli come normali e mi chiede se non mi ero fatta un'acconciatura. Rispondo di no e sto zitta. Allora mio padre decide di spiegare il tutto con la sua grazia, dice che lui me l'aveva detto il giorno prima di non andare dalla parrucchiera che mi faceva una testa enorme e che ho sprecato soldi. Beeeeene, ma che simpatico, ma che sensibilità. Mi incazzo (scusate il termine) e gli dico che potrebbe anche fare a meno di venire alla presentazione, che non sentirò la sua mancanza. Inutile dire che ho avuto un'altra crisi e inutile dire perché.
Poi mi telefona Bicio, il ragazzo che doveva fare della musica elettronica sotto le letture: c'era un problema con la SIAE! Dovevamo pagare sessanta euro per fare quello che volevamo!! Ok...altra crisi, risolta però subito perchè abbiamo deciso di fare della musica con la chitarra classica (ispiegabilmente, la SIAE chiede una tassa su tutto ciò che è attaccato a una spina, compreso il computer, ANCHE se si tratta di musica originale e non registrata).
Beh, alla fine la presentazione è venuta BENISSIMO!! Maja, la signora chiamata a sostituire Pierluigi, è una grande attrice e insegna pure dizione e recitazione all'accademia Nico Pepe di Udine. E' stata FANTASTICA, dico sul serio, ha pure avuto i lacrimoni durante la lettura di un brano e ha commosso molte persone del pubblico. Ha dato tantissima forza alle mie parole e le ha veramente portate alla vita. La musica fatta con la chitarra classica è stata benissimo e Fabrizio è stato bravissimo, ha enfatizzato alcune parti con pause strategiche e ha accompagnato il tutto quasi fosse in simbiosi con le parole. Laura, la ragazza che mi presentava, mi ha fatto delle domande davvero interessanti e ha fatto un'analisi davvero profonda del libro. Poi siamo andati tutti (Moreno, io, Debora la mia amica, Fabrizio, Maja, i miei e una loro amica) a bere qualcosa per festeggiare l'evento. Che dire? Sono stata felicissima e il libro ha avuto successo! Tante persone che erano alla presentazione l'hanno acquistato e mi hanno chiesto la dedica! :) Ora spero che vada altrettanto bene a Gradisca, il 20 dicembre!
Un grande bacio a tutti!
Giulia

martedì, novembre 3

Ye olde Autumn

Ciao a tutti!
Dopo tanto riusciamo a tornare su queste poltrone, anche se per un attimo.. nell'aria c'è fermento, date importanti si avvicinano, il 17 novembre la Scimmietta ha una presentazione del libro in una libreria Ubik e per il giorno 11 se le sono prenotata alla radio per averla ospite! ^^ Si si, letto bene, stà compiendo la scalata al potere! Hehehehe.. :) a parte tutto, lei corre per lezioni universitarie e io per lavoro, come sempre. Solo che fa più freddo, e c'è meno luce.
Domenica eravamo a Vicenza a trovare Elena, nostra carissima amica, e stà meglio! ^^ Siamo davvero felici di aver visto miglioramenti! Certo, è stato brutto doversi salutare, e il vederla timidamente e indirettamente chiedere quando torneremo beh, ha fatto venire un groppino in gola.
Ma oggi faccio il critico letterario; sono un lettore normale, leggo di tutto, ma ADORO Stephen King. Davvero, è un mito. Secondo me ha un dono, è un grande incantatore, e quando leggo qualcosa di suo, beh.. :) mi fa stare bene, è come quando da bambino il papà si ferma per una volta a leggerti una fiaba, e resti incantato a sognare quelle parole...
Beh, l'ultima volta che siamo andati al cinema (a vedere Julie & Julia, bellissimo film e anche commovente) ho visto sugli scaffali il suo nuovo libro, THE DOME.
1034 pagine che scorrono veloci come fossero poche decine. Decine di personaggi popolano la storia dandole vita, rendendola reale come non mai. Nessun mostro immaginario, niente assurdità inspiegabili da horror di serie B. Solo la cruda vita normale, solo la natura umana messa a nudo, ed è questo a renderla davvero paurosa. La sua veridicità.
Davvero, credo sia il miglior libro che abbia mai scritto ( lo dico perchè li ho letti praticamente tutti ), fantastico sia come storia che dal punto di vista tecnico(cosa che non credo interessi a nessuno, me compreso). Un romanzo 'nato' nel 1976, ripreso in mano nel 2007 e finito nel 2009.
Il costo non è certo da tascabile, 23 euro e 90 cent, ma ne vale ogni singolo centesimo.
Ciao a tutti e buona serata!!

venerdì, ottobre 23

Serata pensosa..


Serata separata, con Jul che studia e io che cerco di avere la meglio sull'influenza. Non lo so come mai non passa, eppure esco tutti i giorni al freddo a lavorare! Vabbè, ironia acida a parte, il divano mi rende pensoso...e ultimamente mi soffermo spesso a pensare vari se. Nella vita spesso ci lamentiamo dei gradini che ci fanno inciampare, del 'vento contro'...eppure tutto contribuisce a crearci, no? Sia le cose belle che quelle brutte. Tutte le pennellate assieme creano il quadro, sia le migliori che quelle date male..
E se non avessi trovato una persona capace di farmelo capire? Ci sarei arrivato da solo?
Non lo so, ma di sicuro non così presto. O non così bene, probabilmente lo avrei capito ad un prezzo più caro, come succede quando si imparano le cose con gli errori e non con la ragione.
L'altro giorno ho mandato un'sms alla Scimmietta, con scritto che se sono una bella persona devo ringraziare lei. Lei mi ha risposto che sbaglio, perchè è merito mio il come sono. Beh, se da un lato ha ragione, dall'altro sbaglia completamente. Ognuno di noi ha un potenziale, una 'tela interiore' più o meno grande su cui definire se stessi.Logicamente il risultato finale non dipenderà completamente da noi, dal carattere e dal libero arbitrio, ma anche dagli 'stimoli' e dalle esperienze esterne.
Ora, nel mio percorso di vita stavo sul ciglio del sentiero, in penombra. In bilico tra l'ombra e la luce, e non avevo interesse alcuno a lottare per restare nella luce. Non mi importava di me, questa è la realtà. Poi la mia Scimmietta, e ora sono quì. Ho capito molte, molte cose, tante di più dovrò impararne, ma soprattutto ho pulito dal fango il mio vero io, prima che venga perso per sempre. Tolto lo sdolcinato buonismo da canzone romantica per cui 'lei con la sua luce mi ha purificato', lo so che la forza che ho usato era la mia, così come le lacrime i dubbi le paure e le notti passate rannicchiato. Quello che però ha fatto, oltre a starmi vicino, è stato darmi un motivo per salvarmi. Bam. Questo è stato il carburante di tutto, la forza motrice che ha dato origine e sostegno a tutto.
Checché ne dica chiunque, sono e sarò sempre in debito. Nel senso buono, ovvio. Però sono in debito con la Scimmietta. Se non ci fosse stata lei nella mia vita, non ci sarebbe stata nemmeno questa mia vita. ^^ Logico che poi tutto ciò che faccio per lei è per puro amore, e non per altro...però molte volte, troppe, vedo coppie che si dimenticano di tutto ciò che l'altro è stato per loro, di ciò che ha significato, e scoppiano perchè non riescono più a vedere il valore del loro legame, accecati spesso dal troppo egoismo.
Spero davvero di arrivare in là con gli anni senza perdere di vista il fatto che il bene più prezioso che potessi trovare è già quì con me.
Buonanotte a tutti!

martedì, ottobre 20

premi da oltre oceano, honest scrap e Baguette domenicali

Ciao a tutti!!! Iniziamo con lo scusarci, se in questi giorni ci avete intravisto solamente, mentre correvamo su e giù per casa indaffarati, senza quasi metter piede in salotto!
La dolce scimmietta Jul era presa dallo studio di Geografia 1 (e con i vari "Amore, mi spieghi questo?" il sottoscritto se l'è cavata per pelo...^^ inizio ad avere il terrore di quando nostra figlia andrà a scuola! Ma tanto dirò "Chiedi a tua madre, è più brava!" :P ) e io con una dose abbondante di lavoro.
Tra l'altro, dato oggi l'esame con il risultato di 26 ^^ e già iniziato a prepararsi per il prossimo esame, tra circa 9 giorni...poverina! ^^
L'autunno volge verso l'inverno, i cavoli, porri e vari pochi ortaggi che hanno il coraggio di resistere nell orto ormai alla mattina sono belli brinati, stile Findus. L'unica cosa che mi tira su di morale è la mia scimmietta, e i prodotti di stagione come castagne e cioccolate calde. Già, sarò meteopatico, sarà il meno sole, ma è un periodo un pò piovoso diciamo..dentro.

Quindi potete immaginare come mi faccia piacere vedere premi e simili che ci arrivano da voi amici :)

Iniziamo con il premio che ci arriva da ben oltre oceano, dal nostro carissimo friend
Brad, che ci ha omaggiati con questo
dolcissimo premio. ^^ Thanks!!
A nostra volta, tra tutti i blog che ci fanno sognare ne scegliamo una manciata, e cioè:
- quello che ci fa sognare (o è un incubo :P ) il cercare casa , cioè dalla Mamma degli alieni
- quello che ci fa sognare il lontano oriente, a noi così caro, Anna e il suo ponte
- quella che ci fa sognare di country e cowboys , ^^ la coccolissima Ruby, yuppikihay! ^^


Poi la nostra amica Mamma degli alieni ha pensato a noi passandoci il testimone con questo


invitandoci a elencare a nostra volta con tutta l'onestà possibile 10 pregi e difetti..
Tra l'altro, andate QUI a leggere quelli della Mamma degli alieni se volete sorridere ^^
Persona stupenda e unica, davvero! ^^

Allora, iniziamo:

1)
Sono una maniaca dell'ordine: tutto deve essere perfetto e ben ordinato! Purtroppo dato che non ho poi tanto tempo tendo a lasciare tutto in disordine...lo so che è un controsenso! Quando mi prendono i miei tic, però, non mi ferma nessuno...sto tutta una mattinata a rimettere a posto l'armadio, a spolverare e a ordinare i libri/cd in ordine alfabetico o per autore!

Sono un maniaco del lasseme vive: tutto viene lasciato in ordine sparso...sono sì un tipo pulito però il mio "ordine" non lo rispecchia per niente...quando prendono i tic a Giulia, stile caterpillar cerco di ristivare tutto su scansie, cassetti e armadi. E di solito dura ben qualche giorno!

2)
Sono un po' egoista. Se vedo una persona che chiede l'elemosina per strada mi giro e non la guardo nemmeno. Lo so, sono un cuore di pietra. Però finchè avrò pochi soldi non me la sento di darli agli altri (diciamocelo, questa non è la scusa più buona che avete sentito per non dare soldi in carità/beneficienza?). Comunque, lo devo ammettere, quando non si tratta di soldi cerco sempre di aiutare il prossimo e sono capace di dare anche più di quello che mi chiedono.

Sono troppo comunista e nel senso di principi, non politica. Secondo me davvero i beni andrebbero divisi (logicamente guidati dal buon senso). Quindi guidato da ciò e dal mio cuore tenero mi fermo sistematicamente ad ogni mendicante neanche fossi un cane che segna i lampioni del quartiere. Checchè ne diciate, non è un pregio: trovatevi voi sempre col portafogli vuoto e poi mi direte!

3)
Adoro le scarpe. E le borse. E spendo troppo per queste cose (almeno, se ne avessi di denaro, lo farei). Sono Giulia, una "fashion addict", come chiamano affettuosamente quei giornaletti tipo Glamour (che leggo quando sono sulla tazza del cesso) le persone che sono dipendenti dalla moda. Beh, non lo sono in tutto devo ammettere: ho il mio stile personale e, checchè ne dica Louis Vuitton, NON è normale andare in giro con sulla testa due orecchiette da coniglio! (anche se mi piacerebbe, ma questa è un'altra storia!)

Ho un'infinita pazienza. No, sul serio...fra clienti assurdi, cani sabotatori di giardino, scimmiette rompiscatole e amici assillanti credo che persino Maria Teresa di Calcutta darebbe di matto.

4)
Sono eternamente indecisa. Per scrivere i punti dall'uno al tre ho usato il tasto "cancella" più volte dello spazio! Non sono mai sicura di quello che faccio o scrivo o scelgo o dico (a parte alcune eccezioni: le scarpe, la mia scrittura, Moreno, e forse altre che non ricordo ora).

Sono infantile: nelle cose importanti mi comporto da adulto, ma appena posso impazzisco e mi lancio su bon bon, caramelle gommose, patatine, fumetti, videogiochi e quant'altro.

5)
Pretendo troppo dalle persone vicine a me. Pretendo che soddisfino i miei standard qualitativi, e anche quantitativi. E questo è molto male. Porre degli standard a sentimenti quali l'amicizia è una cosa negativa. Riguardo l'amore, Moreno ha superato tutti gli standard egregiamente :) e se all'inizio della nostra storia avevo pensato bene di farlo, ora non ci penso nemmeno più. Lui è perfetto per me.

Sono davvero un rompipalle! Parlo pochissimo, di solito solo con le persone davvero davvero vicine a me, però quando lo faccio so essere realmente una pigna nel posteriore. Il fatto è che ho praticamente sempre ragione, e la cosa peggiore è che ne sono consapevole.

6)
Sono impaziente come una scimmia curiosa!!!

Riesco a trovare ogni genere di scusa per non dar ragione agli altri. Non che lo faccia apposta, però la prendo ogni volta sul personale.

7)
Pretendo moltissimo, anche troppo a volte, da me stessa e se non riesco a raggiungere gli obbiettivi prefissatami riesco anche a mortificarmi da sola. Che brutta cosa.

Ho un umorismo troppo d'élite. La Scimmietta (più di tutti), i miei amici o mio fratello si scompisciano, ok, ma il più delle volte mi trovo davanti espressioni basite e occhi vacui stile bovino.

8)
Sono una persona intelligente e colta. Non lo dico per vantarmi! A differenza di molte persone della mia fascia d'età possiedo conoscenze in molti campi (naturalmente la maggior parte sono cose che mi piacciono e mi interessano), e saprei intrattenere una conversazione con la maggior parte della gente (il fatto è che non lo voglio!).

Nutro un profondo rispetto per la terra e la natura. Mi divido sempre tra curiosità e stupore, e mi trovo spesso ad ammirare il suo spettacolo. Adoro anche gli animali, un mio precetto per esempio è "non uccido se non mangio".

9)
Amo la vita. E' essenziale, bellissima, è un dono stupendo, come il mondo intero. Lasciando stare le guerre, l'inquinamento, tutte le cose negative prodotte dall'uomo, tutto ciò che ci circonda è stupendo.

Mi annoio facilmente. Di fatto non so proprio se farò il punto dieci.

10)
So essere riconoscente quando mi accade qualcosa di bello.

Ok, ok, ma solo perchè è l'ultimo. La cosa più bella di me è l'essere me stesso. La cosa brutta, è che non riesco a crederci fino in fondo.


Ecco fatto! Che faticaccia! La nostra curiosità ci fa passare il tutto a:

Luca e Sabrina

Brad

Saretta

Luvi

Che altro dire? Beh, per esempio che domenica, per sconfiggere il desiderio di letargo, mi sono cimentato nella creazione della Baguette. Dico creazione perchè a me il pane non viene mai troppo buono, quindi vedo la cosa più come magia che come cucina :)
Allora mi son detto, proviamo, e questo è stato il risultato:



non abbiamo resistito ad assaggiarlo ancora caldo! ^^ buonooo















come vedete è bello arioso...l'unica nota negativa è che dovevo lasciarlo in forno un attimo in più per fargli fare un po' più di crosta.












Il pane era davvero ottimo, anche il giorno dopo, scaldato per la colazione...gnam! ^^ Il mio scimmione sì che sa il fatto suo!!

Saluti a tutti ragazzi, vi auguriamo una piacevole serata! Tanti abbracci!
Moreno e Giulia

venerdì, ottobre 9

Neruda e pollo

Nelle giornate in cui mi sento un pò giù, una delle mie 'coccole' preferite sono le golosità.. Quindi per stasera

Pollo alla Messicana,o almeno penso

( il pezzo ''o almeno penso fa parte del titolo eh! ^^)

Le dosi non le so, ho preso le cose dal frigo un pò a stima, ma questo è
ciò che ho usato...

-Del pollo. Non il solito petto di pollo, ma dei pezzi col grasso e la pelle ^^, che da gusto e colesterolo he he
-del peperone rosso;
-cipolla e aglio;
-fagioli messicani;
-olive nere;
-del brodo di carne;
-delle tortillas;
-chili, io ho usato una sacchettino che mi han portato dal marocco assieme a molte spezie, ma penso che con dei buoni peperoncini freschi sia ancora meglio.


Fare a pezzi il pollo, a bocconcini, lasciando il grasso. In una casseruola mettere due cucchiai di buon olio d'oliva e cuocerlo per un 5 minuti. Nel frattempo, affettare finemente la cipolla e il peperone a listarelle. Togliere il pollo per il momento, e soffriggere aglio e cipolla, poi il peperone.
Rimettere il pollo, con le olive tagliate a pezzetti, abbondante chili una punta di concentrato di pomodoro e una mestolata di brodo, e far restringere. Aggiungere i fagioli messicani ( ce ne sono in scatola di molto buoni, per quanto non mi piaccia la roba in scatola) e lasciare un pò coperto a fuoco basso. Nel frattempo, scaldare in padella le tortillas. Mettere sul piatto una tortilla e sopra una mestolata di pollo col suo bel sugo e verdurine... Mangiato come fosse una pizza, a quadratini è buonissimooo!!! ^^ Anche perchè poi dopo un pò la tortilla assorbe il sughetto e diventa ancora più buono!

E così mi sono consolato almeno un pò.
Per tirarmi su ancora un pochino mi sono messo a leggere le mie poesie preferite, e tra queste ho ritrovato un sonetto di Neruda del quale sono innamorato. Mi piace moltissimo Neruda, davvero, ma questa in particolare la trovo stupenda.

XVII sonetto

Non t'amo come se fossi rosa di sale, topazio
o freccia di garofani che propagano il fuoco:
t'amo come si amano certe cose oscure,
segretamente, tra l'ombra e l'anima.

T'amo come la pianta che non fiorisce e reca
dentro di sé, nascosta, la luce di quei fiori;
grazie al tuo amore vive oscuro nel mio corpo
il concentrato aroma che ascese dalla terra.

T'amo senza sapere come, né quando, né da dove,
t'amo direttamente senza problemi né orgoglio:
così ti amo perché non so amare altrimenti

che così, in questo modo in cui non sono e non sei,
così vicino che la tua mano sul mio petto è mia,
così vicino che si chiudono i tuoi occhi col mio sonno.

Ogni volta che la leggo l'emozione mi rallenta il respiro... Trovo fantastico quando, come un diapason, la nostra essenza vibra risvegliata da parole immortali di persone distantissime da noi in tutti i sensi, e noi le sentiamo po così vicine! ^^
Posto anche la versione in inglese per i nostri amici che usano il traduttore automatico, così non si perdono l'emozione di oggi!

Ciao a tutti, e buon week end!!

Love Sonnet XVII
by Pablo Neruda

I don't love you as if you were the salt-rose, topaz
or arrow of carnations that propagate fire:
I love you as certain dark things are loved,
secretly, between the shadow and the soul.
I love you as the plant that doesn't bloom and carries
hidden within itself the light of those flowers,
and thanks to your love, darkly in my body
lives the dense fragrance that rises from the earth.

I love you without knowing how, or when, or from where,
I love you simply, without problems or pride:
I love you in this way because I don't know any other way of loving

but this, in which there is no I or you,
so intimate that your hand upon my chest is my hand,
so intimate that when I fall asleep it is your eyes that close.

martedì, ottobre 6

News

Buongiorno a tutti ragazzuoli! Ho grandi novità riguardo al mio libro! Infatti è stato pubblicato un articolo corredato da un mio piccolo contributo sul blog gradisca DOC, molto seguito, che racconta le novità della mia piccola ma grande cittadina! Lo potete trovare su questo sito, è il secondo post a partire dall'alto:
http://gradiscadoc.splinder.com/
Inoltre proprio oggi è comparso anche un articolo di giornale sul "Piccolo", quotidiano di Trieste, che contiene anche delle pagine inerenti alla mia zona, l'isontino. Io sul giornale! Ma ci credete? ^^
A presto, ora vado a studiare la mia brava Geografia 1, che tra poco ho l'esame...au revoir!
Giulia

lunedì, ottobre 5

premi e criceti..

Ciao a tutti!! ^^
Intanto un grosso grosso grazie a Brad, sempre coccolissimo! ^^ Tra l'altro, nelle foto di dieci anni fà sembri tanto un classico attore americano di bell'aspetto! ^^ hehe..
comunque dicevo, ci ha regalato questo bellissimo premio
E non può che farci piacere che lui ci consideri suoi Amigos de Internet!
A questo punto però, non possiamo non girarlo ad altri nostri Amigos, e cioè:
-i sempre coccolissimiSabrina e Luca!

- la temporanea cercatrice di casa e paceMamma degli alieni

-l'attentatrice della nostra linea, Saretta

-la simpaticissimaRuby, yeh-haw! ^^

e poi non vogliamo venga dimenticato solo perchè non viene più su internet il grande Ziodà, a cui se non il premio va il nostro pensiero....tutto ok? Quando torni??


Per il resto solito piattume da transito di stagione, soliti vecchietti che si lamentano che non ci non più le mezze stagioni ( che le abbiano rubate i ragazzi che non son più quelli di una volta? Bah!)... Gli unici a non risentirne, o forse a sentire che arriva il Vero Freddo, sono Mordicchio e Mr. Big. Il primo in particolare, appena metto il mangime nella loro ciotolina di plastica rossa, si fionda a ingurgitare subito i semini più grossi e le chicche più golose lasciando ciò che non gli aggrada al fratello meno furbo... Poi, c'è da dire che quando in un angolino si vuota le guance e va a dormire soddisfatto, arriva lui, proprio il fratello meno furbo che senza complimenti gli mangia tutto.
Comunque, l'altro giorno si era così riempito le guance di cibo da risultare più una strana creatura aliena piuttosto che un normale criceto. In particolare, sembrava di vedere una maracas pelosa ciondolare pigra per la gabbia. Quando siamo riusciti a rialzarci da terra, dove ci stavamo rotolando dalle risate, abbiamo provato a fargli un fotoritratto, che purtoppo non rende, ma
almeno da l'idea!






Ok, fate conto che, prendendolo per la collotta gli ho fatto il lifting, quindi sembra più sgonfio di quanto non sia in realtà! (un pò come un certo premier, che prima di un certo ricovero sembrava uno SharPei....)














lo so, lo so, è un pò mossa...però calcolate che è fatta con il cellulare (voglio una macchina gigitaleee!!)
e che si tratta di quel tarantolato di Mordicchio...


Beh, ragassuoli, con queste vi saluto, a presto! Tutti in fila ora, un abbraccio a ciascuno! ^^

giovedì, ottobre 1

Le sepe in umido

Bella Trieste, lo dico ogni volta che ci vado. Certo, è una città in cui è impossibile guidare, e in cui persino Gandhi smadonnerebbe per il parcheggio..però ha un'architettura sublime...Tolto il grigiume dovuto a troppi anni di ferriera e carbone, lascia davvero una traccia nel cuore.
Comunque, per quanto i miei cari cugini Ucci(così chiamiamo quei simpatici triestini) hanno i loro difetti, hanno di sicuro un lato più che positivo. Il pesce. Cavolo, se sanno friggere!! Non troverete mai un vero Uccio che non sappia fare un fritto buono, croccante e niente unto. Fantastico. Non di rado mi è capitato di vedere, nelle varie barachete per strada, attempati clienti godersi un piattone di fritto misto alle nove di mattina. Quelli si che sanno il fatto loro! I giovani di oggi credono che il piacere si trovi in pasticche o nel seguire i nuovi modelli di ribellione seguendo la massa. Vogliamo mettere il valore di un paio do jeans della marca giusta (anzi, ggiusta) con un bel piatto di goulash o di jota?? Mah. Meglio risparmiare sui jeans e godersi i veri piaceri della vita! A quella e questa età si ha il metabolismo giusto per farlo! Poi ogni golosità la si pagherà cara!
Comunque, ultimamente mi stò studiando la cucina povera, specie quella del carso, aspra zona del friuli che ricompensa solo il duro lavoro. E riscopro i vecchi sapori, quelli fatti di pochi ingredienti, in cui la freschezza e la genuinità delle materie prime fa la differenza.
Così, quasi con la bava alla bocca preventiva, mi sono accinto a fare

Le sepe in umido.

Occorrente

un kg scarso di seppie FRESCHISSIME!!
una cipolla rossa
aglio
vino bianco
Olio bello saporito, meglio extravergine
Passata di pomodoro (una bottiglia basta di solito)
qualche foglia di basilico.

Pulire le seppie, toglier l'osso il becco ecc. e farle a pezzi.
Sminuzzare la cipolla, scamiciare l'aglio e schicciarlo con il coltello di piatto, poi con questi due far un bel soffritto, togliondo l'aglio prima che bruci. Aggiungere i pezzetti di seppia al soffritto ( io adoro lasciare i tentacoli interi ^^ ogni tanto i più grossi si attaccano alla lignua, è divertentissimoo) e far scottare bene, qualche minuto. Bagnare con un bicchiere di vino e far sfumare, poi, evaporato, aggiungere la passata, e dopo un pò le foglie non tagliate ma strappate in due a mano.
Lasciar cuocere a lungo, a fiamma un pò più bassa di prima, finchè saranno tenere.
^^ avere a portata di mano del buon pane rustico, tipo il toscano o il pugliese, per far delle gran tocie (scarpetta) col sugo finito il pesce!
Davvero gente, buonissimo! Non avendo pane, pur di far tocie ho aperto una confezione di tortillas usate fredde ^^



Provate, e poi mi direte! Ora vado, che la scimmietta mi aspetta, stasera guarderemo il fil Coraline, del regista di Nightmare before chirstmas..Vedremo, ma promette bene!
Ciao ragazzuoli, fate i bravi!

domenica, settembre 27

L'uva fragola del nostro giardino

Ieri è stata una giornata intensa. La mattina infatti abbiamo vendemmiato l'uva che abbiamo a Fogliano a casa nostra: abbiamo una decina di metri di viti, circa quattro piante di buon fragolino (uva fragola). Così, dato che c'era un bel po' di uva, abbiamo deciso di fare vino! ^^ E' la prima volta che lo facciamo per cui andiamo un po' ad intuito e un po' seguendo delle istruzioni prese qua e là (poi abbiamo dalla nostra il fatto di essere friulani, e di avere il vino nel sangue...quasi letteralmente!!).

Il primo passo, come ho già detto e come è facilmente intuibile, è stato raccogliere l'uva. Pensavamo che ce ne fosse molta di meno, ma abbiamo riempito fino all'orlo per ben due volte una bacinella lunga 80 cm e alta 40! E' molto, dato che non abbiamo nemmeno preso la metà dell'uva! Abbiamo infatti dovuto lasciarne un po' su perchè era ancora verde in alcuni punti (magari non era esposta al sole come i grappoli che invece abbiamo vendemmiato).

Secondo passo: trasportare la bacinella da Fogliano a Gradisca, a casa dei genitori di Moreno, dove abbiamo iniziato il lavoro più lungo. Abbiamo sgranato uno ad uno tutti gli acini della bacinella. Poi abbiamo travasato tutto questo in un'altra e, mentre io dormivo un'oretta (gli occhietti da scimmia mi bruciavano un bel po') Moreno è tornato indietro a Fogliano a riempire la bacinella un'altra volta. This time ci siamo rotti di dover sgranare tutto (ci siamo anche resi conto che abbiamo perso moltissimo tempo), così abbiamo provato a pestare l'uva con i raspi, direttamente.
Moreno che sgrana gli acini uno ad uno e Giulio che fa la sua parte...annusando in giro!

Gli acini sgranati nell'enorme bacinella. Qui siamo ancora all'inzio del lavoro: alla fine si è riempita per più di metà di mosto!!







L'uva con i raspi (ne avevamo già sgranata un bel po': prima di metterci al lavoro la bacinella era piena!)
Il terzo passo, quindi, è la pigiatura, fatta con i metodi di una volta: ovvero con i piedi!! ^^ Mentre abbiamo lasciato gli acini belli pronti da piagiare in una bacinella, nell'altra ho pestato con i miei bei piedini l'uva completa di raspi. Guardate, la sensazione dovrebbe essere provata almeno una volta nella vita...gli acini si schiacciavano subito sotto ai miei piedi ma i raspi erano duri. Immaginatevi per un attimo di sentire sotto ai piedi nudi un miscuglio di sensazioni: un po' duro, un po' morbido, un po' appiccicoso e un po' liquido. Devo dire che per me non era la prima volta che pigiavo l'uva con i piedi: da piccola i miei zii tenevano ancora la vigna che mio nonno aveva lasciato loro in eredità e facevano ancora il vino in casa, quindi avevo già avuto occasione di provare questa esperienza. Comunque, dopo aver pigiato per bene il tutto, abbiamo aggiunto il succo dell'uva raccolto nell'altra enorme bacinella che conteneva già gli acini sgranati, facendo attenzione a non versare anche i raspi, perchè abbiamo letto che possono aumentare i tannini ruvidi presenti nel vino. Quindi abbiamo pigiato il tutto (anche gli acini sgranati) nell'enorme tinozza. E ora il tutto riposa là, in attesa di fermentare.

video
Qui sopra potete vedere il video della pigiatura della tinozza con i raspi. Evviva il rendersi ridicoli in rete! ^^
Oggi invece giornata tranquilla dopo tanto lavoro di ieri, Moreno mi ha fatto un regalino culinario cucinando a pranzo il pollo con il curry e profumando il riso con cardamomo e chiodi di garofano. Buonissimo!! Lo potete vedere qui sotto:

Buona domenica a tutti ragazzi!
Giulia e Moreno

lunedì, settembre 14

La sope brusade e i nipotini

Oggi è proprio finita l'estate, piove e l aria ormai è fresca, tanto da costringermi ad abbandonare le maniche corte in favore di una leggera felpa.
Oggi non lavoro, stamane ho tolto un dente del giudizio. Hanno ben ben tagliato, ricucito, fatto un bel lavoro! La nota dolente è il non poter mangiare per oggi cibi solidi! Uffa....che fare allora?
Beh, basta chiedere aiuto alla tradizione friulana.
Ed ecco dove entra in gioco la Sope brusade! E' un piatto abbastanza sostazioso, e anche molto veloce. Di quei piatti contadini fatti di avanzi, che ormai non s'usan più

La Sope Brusade

-500 ml latte intero
-500 ml brodo di carne
-50 gr burro
-100 gr farina di mais

E' tutto molto semplice. In una pentola fare sciogliere il burro e abrustolire la farina, passaggio importante perchè la farina non cotta risulta indigesta. Una volta che sentiremo un buon odore biscottato, versare mescolando bene il brodo e il latte, e mescolare sul fuoco fino a far addensare.
Pronto per essere mangiato! E, fidatevi, da sostanza anche se è fatto di niente! (^_^)

Oggi i nipotini iniziano scuola e asilo. Sarà felice Luisa, la loro mamma, che finalmente riuscirà a fare i lavori di casa con un pò più di calma ^^ Dai Luisa, che fino alle vacanze di Natale ti riposi (si fa per dire) un pò! Renzo e Francesco, questo il nome dei due giovincelli, sono bravi dai. Però sono vivaci, e sono tutti e due piccoli, quindi non li invidio per nulla Luisa e mio fratellone Giovanni! Anzi, vi posto anche la foto così li vedete anche voi.

Allora, a sinistra abbiamo Renzo, mentre a destra con gli occhioni azzurri Francesco.
Hanno preso tutta la bellezza dal mio fratellone! Peccato che non gliene abbiano lasciata un pochino! hehehehe
Ciao a tutti, il sacchetto del ghiaccio aspetta!

sabato, settembre 12

Piccolo picolit

Eccomi di nuovo qui! Oggi, sabato, abbiamo fatto quattro ore…sono appena tornata dal lavoro, infatti è circa mezzogiorno. Eravamo pochissimi, meno della metà, e tutti quelli della mia età o suppergiù (cioè i più giovani) hanno pensato bene di stare a casa. All’inizio mi ero pentita di non aver fatto come loro, ma pensandoci bene erano solo quattro ore, quindi non è che mi stancavo troppo, e poi quattro ore sono circa venti euro in più nella saccoccia.
Abbiamo vendemmiato il Picolit, un vino DELICATISSIMO (vedi nota tecnica sotto): bianco,da dessert, va fatto passire prima di farne vino. Mi hanno detto che ogni grappolo è ORO!!Naturalmente l’uva è altrettanto delicata: mentre gli altri giorni prendevamo l’uva con noncuranza (e a volte anche con violenza) e la buttavamo nel secchio stando in piedi, oggi abbiamo dovuto fare tutto con estrema delicatezza. Abbiamo dovuto adagiare lentamente grappolo per grappolo nelle cassette nere, e guai a mettere un grappolo sopra un altro! Ancora un po' li cullavamo come pupi, quei grappoli!! :)
In fin dei conti non mi sono spaccata la schiena e il mio sforzo è stato ricompensato, perché alla fine i capi sono stati molto coccoli e hanno portato per tutti da bere il vino moscato rosa che avevamo vendemmiato noi con le nostre mani dopo la metà di agosto. Buono!! ^^ Stava ancora fermentando un pochino (quindi era ancora frizzantino) ma era davvero buono. Una soddisfazione!!
[Nota tecnica: Il Picolit (pronuncia corretta picolìt, dall'omonima voce in lingua friulana, che indica le ridotte dimensioni del peduncolo, pecol o picol) è un vitigno a bacca bianca autoctono del Friuli conosciuto ed apprezzato in tutto il mondo.
La particolarità di questo vitigno sta nel fatto che a causa di un difetto di impollinazione, sui grappoli si sviluppano pochi acini. La scarsa quantità di chicchi su ogni grappolo fa si che a maturazione raggiunta diventino particolarmente dolci. La successiva vinificazione da luogo ad un vino dalla spiccata dolcezza che può essere anche affinato in barrique. Grazie Wikipedia!]

Ho fatto anche delle foto in vigna, dato che era una giornata tranquilla e che la vista dal colle sul quale vendemmiavamo era bella:


Questo sopra è il filare. Laggiù curvava perché seguiva il corso naturale del colle…sembrava non finire più!

Questa invece è la vista dai filari. La città che si vede in fondo penso che sia Gorizia.
Quando ho scattato la foto era mattina abbastanza presto…quasi si vede ancora qualche traccia di rosa dell’alba magnifica che ho incontrato uscendo di casa stamane!
Volevo anche fotografare un grappolo di picolit perchè era particolare come uva ma non ci sono riuscita, mi si è scaricata la batteria del cellulare -_-'
Buon sabato ragazzi!

venerdì, settembre 11

Braccia rubate alla scrittura e allo studio

Oggi giornata pesante, nove ore in vigna. Sono passate in modo mooolto lento, quasi centellinate. Non avevo nemmeno il mio mp3 perché mi sono scordata di mettere la batteria nuova, quindi oggi niente musica che mi tira su e mi dà la carica. Tagliando e ritagliando mi sono ripetuta le declinazioni e le coniugazioni di latino, e ho ascoltato i discorsi degli altri. Oggi non avevo nemmeno voglia di parlare o rispondere a ciò che dicevano. E domani, che è sabato, riposo, direte voi. E invece no.
Lavoriamo fino a mezzogiorno.
Di sabato.
Con dell’uva così bassa da sfiorare quasi il terreno.
Promette bene.
In certi giorni come questi ho voglia solo di volare tra le braccia di Moreno, restare lì accoccolata per sempre e non lasciarlo più. Io e lui sul divano, abbracciati. Ecco cosa mi ci vuole. E, oltre a questo, anche un po’ di sano sonno. Che ora, che sono le sette, comincia già a bussare alla mia porta.
Buon fine settimana a voi, spero che lo passiate bene.
Giulia

mercoledì, settembre 9

un minuto di silenzio

Mamma, è morta la tv.

Ormai resiste solo Vianello....che dire..

a me quel vecchiaccio mancherà.


Buona ultima avventura vegliardo.


lunedì, settembre 7

Ci sono cose peggiori che potrei fare

There are worse things I could do Ci sono cose peggiori che potrei fare
Than go with a boy or two rispetto ad andare con un ragazzo o due
Even though the neighborhood anche se tutto il vicinato
Thinks I'm trashy and no good pensa che io sia di cattivo gusto e una poco di buono
I suppose it could be true suppongo che possa essere vero
But there are worse things I could do ma ci sono cose peggiori che potrei fare
I could flirt with all the guys potrei flirtare con tutti i ragazzi
Smile at them and bat my eyes sorridere loro e sbattere gli occhi (le ciglia)
Press against them when we dance premermi contro di loro quando balliamo
Make them think they stand a chance far pensare loro di avere una possibilità
Then refuse to see it through poi rifiutare di "completare" la cosa
That's a thing I'd never do questa è una cosa che che non farei mai
I could stay home every night Potrei stare a casa ogni sera
Wait around for Mr. Right appettare Signor Giusto
Take cold showers everyday Fare docce fredde ogni giorno
And throw my life away e buttare via la mia vita
On a dream that won't come true per un sogno che non diverrà realtà
I could hurt someone like me Potrei ferire qualcuno come me
Out of spite or jealousy per dispetto o gelosia
I don't steal, and I don't lie io non rubo e non mento
But I can feel, and I can cry ma posso provare sentimenti e posso piangere
A fact I'll bet you never knew un fatto che scommetto non hai mai saputo
But to cry infront of you ma piangere davanti a te
That's the worse thing I could do questa è la cosa peggiore che potrei fare.

E' una mia traduzione, spero che sia giusta.
Ho sempre adorato Grease, anche perchè adoro i musical in generale, e uno dei miei personaggi preferiti è Rizzo. Ve la ricordate la "capa" delle pink ladies? Quella dura, forte e un po' facile? si, è lei.
Nell'estate dei miei sedici anni ero parte di un gruppetto di amici. Si usciva ogni sera, si andava fuori e si stava ore e ore a parlare di fuffa, adorabile fuffa. Tra questa gli argomenti erano i più svariati: musica, musica, musica, musica, film, film, qualche libro. That rocked! Assolutamente fico, ragazzi! Yeah! Ad ogni modo, eravamo tutte ragazze a parte un ragazzo ed eravamo tutti accomunati da varie passioni (vedi gli argomenti svariati sopra). Una di queste era Grease. Un film cult, un eterno. L'avremo visto tre volte in tutta l'estate, lo sapevamo tutti (o quasi) a memoria. Abbiamo iniziato a chiamarci con i nomi dei personaggi del film, o per lo meno a vedere delle somiglianze tra i caratteri dei personaggi e i nostri. E io ero Rizzo (non chiedetemi chi fossero gli altri, perchè non ricordo). Rizzo, la capa, la dura. Si, ero proprio così. Non dico che ero l'anima del gruppo, ma quasi. Eravamo un gruppo di persone abbastanza indipendenti ma io ero quella che decideva la maggior parte delle volte che fare, quando trovarci. Beh, alla fine ero una capa non dichiarata. Non che comandassi gli altri, lungi da me. Però tutti un po' si riferivano a me. All'epoca non vedevo il lato brutto di essere Rizzo. La sua canzone non mi turbava. Ma poi, riascoltandola dopo anni, ho capito. E un po' mi vergogno di essere stata così. Io ero di sicuro mooolto meno facile di lei per quanto riguarda i ragazzi (infatti non ne avevo), ma per il resto la descrizione calza a pennello. Quello che vedevano era solo la dura, non la real me. I can feel, I can cry. Ma qualcuno ancora non lo sa. Forse sarebbe meglio che non lo sapesse. Forse sarebbe meglio per me. Per non essere ferita l'ennesima volta. O meglio per non riaprire la ferita antica.
Fin quando è tutto a posto è tutto ok, evvai, si esce, yeah, si parla, oh si, si fa quel ca**o che si vuole. Ma quando cominciano le incomprensioni... beh. Non dico altro, perchè è sempre la stessa storia. E' il flusso continuo dei corsi e dei ricorsi. Solo che sarebbe meglio che alla mia porta questa situazione non si ripresentasse più. Buona serata a tutti...e scusate ^^ probabilmente non avrete capito di cosa sto parlando. Ma mi serviva un attimo sfogarmi.

sabato, settembre 5

caro vecchio Tolstoj

Oggi ho rivisto per l'ennesima volta il film 'into the wild'. Grande interpretazione, profonda storia, bello. Proprio bello, specie per persone così affini a quella vita.
E' strano come sentiamo le stesse frasi, leggiamo gli stessi libri più volte nel corso della nostra vita, e ogni volta sembrano così dannatamente diversi.
tolstoj appunto, la felicità familiare se non ricordo male

[...]Ho vissuto molto, e ora credo di aver trovato cosa occorra per essere felici: una vita tranquilla, appartata, in campagna. Con la possibilità di essere utile con le persone che si lasciano aiutare, e che non sono abituate a ricevere. E un lavoro che si spera possa essere di una qualche utilità; e poi riposo, natura, libri, musica, amore per il prossimo. Questa è la mia idea di felicità. E poi, al di sopra di tutto, tu per compagna, e dei figli forse. Cosa può desiderare di più il cuore di un uomo? [...]

Certo, è un periodo molto particolare per me, di profonda evoluzione interiore, di crescita nella consapevolezza del valore reale delle cose e del loro posto nel mondo. Mi ritrovo spesso questi giorni ad ascoltare questa

e a trovarmi con le lacrime, pensando a quanto sono tremendamente fortunato ad avere Giulia.
Certo, probabilmente è il valore di avere finalmente qualcosa da perdere ad avermi fatto 'crescere' interiormente, ad avermi fatto capire quanto possa essere pieno un cuore, un'anima.
Avevo sempre pensato che una volta avuto qualcosa da proteggere sarei dovuto diventare più forte, e avrei dovuto passare il mio tempo a tirar fuori le zanne verso il mondo. Non avevo considerato, da persona tormentata qual ero, che avrei potuto semplicemente godermelo, in pace... Ci è voluta l'ennesima lettura di tolstoj(audiolettura in questo caso), per ricordarmi che la vita tranquilla non è una cosa da evitare come la peste, ma una rarità, una fortuna da godersi e difendere...

Ciao cari, buona domenica a tutti!

mercoledì, settembre 2

Magia

....gira che ti rigira, guarda guarda che c'è su iu tubbo...
Stupendo, non c'è che dire





Ragassuoli... vedo che ormai tutti vanno di corsa, tutti si preoccupano e tormentano con mille e mille pensieri....tutti che inseguono le cose speciali, mete fantastiche... Fermatevi un momento!
Non resteremo quì per sempre! Godete ogni secondo delle cose che ormai troppo spesso diamo per scontate! ^^ Buona vita a tutti, e un grosso bacione!
Moreno

venerdì, agosto 28

vendemmia

vendemmiaEh ci voleva un post su questo, perchè è l'unica cosa che faccio da almeno una settimana e non saprei di cos'altro parlare! ^^ Ho infatti da poco firmato il contratto e sono assunta in piena regola dalla tenuta Villanova di Farra, un'azienda agricola di un paese vicino a dove abito che produce vini di tutte le qualità.

Chi è esperto sa che questo non è il periodo per vendemmiare l'uva per il vino, e infatti stiamo raccogliendo i grappoli che, una volta trattati, daranno spumantini tipo Pinot. Oggi abbiamo fatto il pinot grigio! Eravamo in mezzo alle colline e i filari si alternavano regolari sui pendii. Per fortuna oggi c'era un po' di vento fresco che veniva a schiaffeggiarci in pieno viso, altrimenti sarebbe stata dura il doppio. E' un lavoro duro infatti, soprattutto quando l'uva è rasoterra e ci si deve chinare tantissimo per raccoglierla. I lati positivi? Non sempre è così bassa, oggi era ad un'altezza accettabile e quindi non è stato tanto spaccaschiena. Un altro lato positivo di questo lavoro è che per la prima volta mi rendo conto del valore effettivo dei lavori e dei soldi, e di tutta la macchina che ci sta dietro. Non è il mio primo lavoro, ma è il primo in cui faccio fatica e letteralmente mi sudo il denaro. Ero così presa da tutto, dallo studio, dal mondo, da non accorgermi che il lavoro è una merce di scambio che si scambia, appunto, col denaro. Ed è particolare, dopo aver fatto un po' di più di una ventina di ore, pensare: ecco, con questo lavoro, con questo sudore, con questa stanchezza posso comprarmi un paio di scarpe di marca. Ti fa vedere tutto in un'altra ottica. Ok, a questo punto penserete che ero una ragazzina viziata senza senso del denaro, che non ne conoscevo il valore, eccetera...beh...sapete cosa? Forse avete ragione. Ora vi racconto una cosa. Come ho già detto vendemmiare è un lavoro duro, davvero. Con questo sole come minimo ci si prende una bella scottatura e con il caldo se non si beve ogni mezz'ora si rischia di disidratarsi. In più ci sono le api e le vespe a complicare le cose. non dico niente a loro poverine, simao noi che invadiamo i loro spazi, però è quello che dobbiamo fare; per questo a volte come punizione ci pungono. E fa un male boia. E il punto attorno alla puntura si ingrossa a dismisura. E da quel momento in poi hai il terrore, anche perchè in giro ce ne sono davvero tantissime, e pensi che se ti beccano tutte assieme rischi anche di morire. Beh, a tutto questo aggiungete che è per otto, a volte otto ore e mezza, a volte anche di più (e in fortunati casi, di meno). Con queste premesse, vi racconto che mia nonna non oensava che ce la facessi. I primi giorni di lavoro era molto apprensiva e avrà detto una decina di volte a mia zia (che vive con lei) di telefonarmi per vedere come stavo, se era andato tutto bene. Se da una parte mi ha fatto un po' di piacere, mi ha anche fatto riflettere: ma chi sono io, la rachitica della famiglia incapace di sopportare un po', senza muscoli e senza volontà? Non mi sembra! Devo dire che questa cosa mi ha spronato. E lavoro ogni giorno fino a spaccarmi la schiena.

Ora vi saluto. A Fiofiò un saluto speciale...con una domanda personale, dato che ho una curiosità: dato che ti sei messa come lettrice fissa del blog come fai a non sapere ancora che siamo una coppia, ma non lesbica? I nomi Jul e Mo stanno per GIULIA e MORENO. Quindi per favore, basta dire "baci ad entrambE" e comincia a dire "baci ad entrambi". Grazie (e scusa l'intervento un po' acido, non era mia intenzione offenderti, ma dopo la millesima volta che te lo diciamo....).
Giulia

P.s.: Luca e Sabrina, come mai vi piacerebbe vendemmiare? Siete masochisti? ^^ scherzo, scherzo, tranquilli!!!

mercoledì, agosto 19

Doppia V: Vendemmie e video dolciosi

Ma ciao carissimi! Oggi la Scimmietta Dolce non è in giro per il salotto. Il motivo è presto detto: la Signora ha iniziato a vendemmiare oggi! Le sue prime sei/sette ore di vero lavoro sono andate a segno, e ora è in lista di trapianto per una schiena nuova...^^ No, poverina, dai, non devo prenderla in giro, in fin dei conti ci siam passati tutti...è che il suo fisico da scimmietta è più per una vita da sangue blu piuttosto che da sangue sulle zampine... Quindi tutti assieme un grosso Forza Scimmiettaaaaaa!!!! ^^ Domani andrà meglio!
Per voi invece posto questo bel filmato , guardatelo e ditemi se non è il bimbo più dolcioso che esistaaa!! ^^ E ha anche talento!
Ciao a tutti, a presto!

martedì, agosto 18

yooooooooooo, no teengo aaarmaaaaass...

Tú, que pierdes el control
Hablando en alta voz
Hieres mi corazón
Yo, tratando de escuchar
No me puedo explicar
Qué extraña sensación.

Tú no me quieres entender
Y me mandas a callar diciéndome
No me debo sorprender
Porque así es la realidad
De nuestro amor

Y yo
No tengo armas para enfrentarte
Pongo mis manos, manos al aire
Sólo me importa amarte
En cuerpo y alma como era ayer

Tú que perdiste el control
Te dejaste llevar
Por la inseguridad
Yo que te he visto crecer
Me puedo imaginar
Que todo cambiará
Hoy aunque todo siga igual
Y me mandes a callar diciéndome
Que tienes que dominar
O será el final

Y yo
no puedo así

Y yo
No tengo armas para enfrentarte
Pongo mis manos, manos al aire
Sólo me importa amarte
En cuerpo y alma como era ayer



Sapete una cosa? ADORO questa canzone ^^ Davvero! Nelly Furtado mi piace di solito una canzone si e una no :P però con questa non so...ha colto nel segno! Sarà che ultimamente ho un debole per le canzoni in spagnolo!
Comunque, vi posto la traduzione più accurata possibile! Ciao carissimii!!!

Nelly Furtado

Tu, che perdi il controllo
Parlando ad alta voce
Ferisci il mio cuore
Io, cercando di ascoltare
Non riesco a spiegarmi
Che strana sensazione.

Tu non mi vuoi capire
E mi costringi a stare zitta dicendomi
Non mi devo sorprendere
Perchè è così la realtà
Del nostro amore.

E io
Non ho armi per affrontarti
Metto le mie mani, mani in aria
Mi interessa solo amarti
Nel corpo e anima come era ieri.

Tu che hai perso il controllo
Ti sei fatto prendere
Dall’insicurezza
Io che ti ho visto crescere
Posso immaginare
Che tutto cambierà.
Oggi tutto continua uguale
E mi costringi a stare zitta dicendomi
Che devi dominare
O sarà la fine

E io
così non ce la faccio.

E io
Non ho armi per affrontarti
Metto le mie mani, mani in aria
Mi interessa solo amarti
Nel corpo e anima
come era ieri.


Ragazzi!! Ma quanto è forte l'amore? Sapete, io credo fermamente che il vero amore sia pensare e fare di tutto per il bene dell'altro, abbandonando il proprio ego (influenze da anni di arti marziali ^^), perchè tanto se l'altro ci ama e fa lo stesso...beh, se io penso a te e tu a me, stiamo a posto! Peccato non sia così, spesso.. A volte infatti la persona amata ( e uso amata proprio a fagiuolo, visto che chi si comporta così è solo amato e non ricambia) si trova in primo luogo iper-venerata: ha infatti l amore del partner e l'amore egoistico per se stesso, e in secondo luogo può sentirsi importante mettendo a tacere le vocine interne che lo fanno sentire inadeguato e impotente verso la sua situazione sfogandosi e ferendo il partner, tanto lo ama, chejje frega... Il partner 'sottomesso' (lo uso con molta attenzione perchè credo che con persone così prive di spina dorsale ci si debba sottomettere da soli, immolarsi per riuscire a fargli da zerbino, visto lo scarso valore che hanno) crede sempre di poterlo cambiare, basta aspettare, massì dai, che poi si sa lui è fatto così però mi ama.... E purtroppo il passaggio successivo passa dalla violenza verbale, dall'annichilimento a parole, a quella fisica, apoteosi dell'idiozia e dello schifo in un essere umano che non mi dilungo nemmeno a insultare. Facendo un parallelismo tra canzoni ispaniche, la logica purtroppo continuazione di una storia così, con uno che fa la voce grossa con la fidanzata e dice ' io devo comandare' (ma vi rendete conto????) si trova nella canzone Malo di Bebe, dove lui è passato alla violenza.
Per fortuna almeno Nelly, alla fine con quel Y yo no puedo así dimostra di non stare poi proprio al suo gioco. Anche se, ribadire che si ama un simil gaglioffo.....
Scusate l'inutile polemica, ma quando si parla di violenza alle donne ( e qualcuno mi venga a dire che urlare a una donna non è violenza che lo pijo a ceffoni a due a due finchè diventen dispari) mi altero facilmente.
E poi con quest afa sono come le api, stò sempre 'ncazzato ^^
Per fortuna che almeno è in spagnolo, e se non mi metto a tradurmela mentalmente la musica è coccola e mi tira su! ^^ Ciao a tuttiiiiiii

sabato, agosto 15

premi e regali!

Ciao a tutti, un pensiero per i nostri amici in vacanza e un pensiero ancora più grande a chi invece non può farle!^^ innanzi tutto, un grazie ai sempre superdolci
Luca e Sabrina, che ci hanno pensato e regalato questo premio!


Grazie Coccolissimi! ^^


Ma devo dire che è un bel periodo, sono viziato un pò da tutti ^^

A parte viziato in fatto di amicizie, come si dice, pochi ma buoni e mi è andata bene, perchè davvero sono circondato da belle persone :) specie la Debora e la Elena, due grandi amiche della mia mogliettina ( che ora poverina è tutta sola a studiare) che sono diventate anche amiche mie ^^ Anzi, approfitto per lanciare un grosso in bocca al lupo alla Ele! Logicamente non scendo nei particolari, ma ora è un momento importante per lei nella sua vita e le auguro buona fortuna e tanta forza ^^ Vai Ele!!
Ma soprattutto sono viziato dalla mia bella e comprensiva mogliettina, che oltre ad adattarsi ai miei ritmi ( molto lenti ultimamente dormendo sempre peggio) mi fa anche regalinii!
Oggi eravamo ad una grande fiera qui a Gradisca, ornitologica canina e botanica, e mi ha regalato due belllissime pianteee!!^^ La prima è questa,





un bellissimo rampicante color argento che tanto mi piace, e poi un dolcissimo cactus! Grazie Amò! ^^ Ora a far di pranzo, ciao a tuttiiiii

domenica, agosto 2

Vacanze

E' un bel po' che non ci sediamo un po' a riflettere in questo nostro bel salottino...e oggi che ho l'occasione dopo molto tempo di farlo non me la lascio sfuggire! E, con Skateaway dei Dire Straits nelle orecchie (che fantastico album quel Making movies! Qui potete trovare il "fantastico" video della bellissima canzone -e vi avverto che è tanto tanto anni ottanta!!-: http://www.youtube.com/watch?v=Sn3HKRnR2Cw ), si dà il via agli aggiornamenti!
Siamo appena tornati da una vacanza di otto giorni in Trentino, precisamente Tesero, val di Fiemme con i miei genitori. Bello da una parte, perché il posto era stupendo e abbiamo fatto tante camminate in montagna, che a Moreno piace tanto (e anche a me devo ammettere). Ma i miei sono insopportabili :) mio padre è un adorabile scassapalle (lo dico con affetto) e mia madre è un "peperino" (come l'ha definita Moreno in questi giorni). Anche se sono MIEI genitori (e bene o male devo conviverci), dopo otto giorni non ne potevo più e volevo solo ritornare a casa! Il viaggio di ritorno è stato particolarmente lungo e stressante, i miei hanno litigato per la strada da prendere e ci siamo fermati troppe volte, col risultato che dalle 9:30 di mattina siamo arrivati a casa alle 18 -__-' ci siamo anche fermati a vedere una mostra di Zigaina a villa Manin, un pittore friulano molto conosciuto. A noi non è piaciuto molto...io e Moreno abbiamo gusti abbastanza simili, anche se a lui piacciono le atmosfere un po' più cupe di quanto piacciano a me...comunque abbiamo gradito i quadri del generale (uno lo potete vedere a questo link: http://images.artnet.com/artwork_images_424378848_312583_giuseppe-zigaina.jpg), perché sono molto forti emozionalmente e d'impatto. Ma gli altri quadri...beh, non ci sono piaciuti molto. Tuttavia sono contenta di aver avuto l'occasione di vedere i suoi quadri perché è bello che un artista della mia terra abbia acquistato così tanta fama.
In seguito posteremo alcune delle foto fatte quei giorni...ma non vorrei dilungarmi nel descrivere questa vacanza...è stata una villeggiatura tranquilla, ecco tutto. Oggi ho sentito le mie amiche Debora e Elena e ci vedremo tutti assieme giovedì per aggiornarci delle novità! Una delle cose che mi piacciono di loro è che hanno accettato tranquillamente Moreno, anzi usciamo di rado senza di lui :) per me è bellissimo, perché posso avere le mie due migliori amiche e il mio amore assieme senza compromessi o rinunce. Poi a volte fa bene ed è bello essere un po' da sole (come il pigiama party fatto un paio di settimane fa), ma è anche vero che si sono affezionate molto a Moreno e quando siamo sole mi chiedono di lui! :) è il loro consulente personale! Un punto di vista maschile fa sempre bene, no? ;)
Cos'altro è successo degno di nota? Mah, ho fatto l'esame di storia medievale e mi sono iscritta a GAI, l'associazione Giovani Artisti Italiani. Se qualcuno di voi, artista, ballerino, scrittore, pittore ecc vuole iscriversi lo consiglio. Il sito è ben fatto, sembra sicuro ed è un'occasione in più per farsi conoscere. Questa è la mia pagina: http://www.giovaniartisti.it/jul se qualcuno vuole farci un giretto mi fa sempre piacere! :)
Per ora basta, vi saluto ragazzi! Alla prossima!
Giulia

venerdì, luglio 10

Mr Big e Mordicchio

Ero in giro un giorno come tanti per il mio negozio di fiori e piante preferito, quando vedo qualcosa di insolito tra le gabbiette. Vedo la criceta distesa con le gambette all aria e un espressione distrutta, e qualcosina di rosa rosa proprio sotto di lei...anzi no...due cosine...no no, aspetta un momento, ma sta partorendo!


Così un pigro dopopranzo di un sabato di un mesetto fà ho visto nascere circa sei cricetini dolcissimi, che mi hanno conquistato... Da allora, ogni volta che passavo e mi fermavo a guardare il Bellissimo Cincillà che tengono li, mi fermavo a guardarli...finchè l'altro giorno, vinto da tanta dolcezza, sono tornato a casa in compagnia, e più precisamente di



Mordicchio, il più atletico dei due e


Mister Big, il cospiratore che tenta sempre la fuga!

Siccome mi fanno pena gli animali sempre in gabbia, il giorno seguente con tanta pazienza e tanto cartone, ho costruito per loro un parco giochi lungo un metro, con tanto di labirinto! ^^ E il tutto solo con cartone, qualche incastro e un pò di nastro di carta...ah, già, e un pezzo della vecchia gabbia per criceti di Giulia!



Come chiamarla se non Hamster dam? ^^ I due ne sono entusiasti, e mentre Mordicchio corre su e giù per il labirinto riempiendosi le guance con i semini che gli mettiamo, Mister Big studia sempre modi di scappare...e ci riesce! ^^ Ogni tanto lo sorprendiamo a passeggiarci sulle ciabatte! Eccovi un piccolo esempio di funambolismo...ciao a tutti!
Mo
video

venerdì, luglio 3

Roma,caput mundi kaputt sogni

Ciao gente! Oggi ho un pò di respiro, e approfitto per fare un pò il punto della situazione..
Le novità salienti? Beh, un viaggio a Roma e due nuovi arrivi in famiglia. Ma parliamo di Roma, i due novellini meritano un post tutto per loro.
Dopo aver partecipato all'ennesimo concorso con due opere, di cui tutte e due arrivate 'in finale', il giorno 25 giugno io e la Scimmietta Scrittrice siamo partiti con l'aereo per la capitale, per andare alla premiazione e goderci un pò di sano turismo.
Non ci credevo, ma l'aereo è il mezzo più economico!!! Il più caro si è rivelato il treno, la macchina...beh, preferisco usarla il meno possibile.Usiamo i trasporti pubblici,la terra è una sola!!
Comunque, volo in orario, pilota stupendo ( giuro di non essere riuscito a capire quando il carrello ha toccato terra!Bravissimo!!! Chiunque tu sia, sei il mio eroe!!)
e via in pullman verso stazione termini, dove a pochi passi c'era il nostro B&B, A casa di Mei.
Posticino accogliente, ben pulito, con la proprietaria davvero simpatica e discreta, camere grandi e ben curate, e costo bassissimo: 52 euro per notte la matrimoniale più colazione, a nemmeno venti metri dalla fermata metropolitana e dieci dal parco di piazza Vittorio Emanuele II.
Il primo giorno ci diamo all'allegria, trascino Giulia sotto il sole, senza darle nemmeno tempo di una doccia (anche perchè una sua doccia veloce dura mezz'oretta minimo :P ) alla volta di via Appia antica. Per sfoggiare le ultime settimane passate a ristudiare la storia di Roma per fare bella figura, decido di farci scendere un pò troppo prima, con vari minuti di passeggiate nel nulla ^^ però la Scimmietta è stata bravissima e ha sopportato il caldo infernale e soprattutto me.
Visitate le catacombe della zona, stupende quelle di San Sebastiano, siamo tornati con calma verso le terme di caracalla, per andare al Roma Vintage Festival, e godere della miriade di negozietti e stands!
Nei nostri sogni però! Che delusione ragazzi!! Quattro baracchette messe in croce, di cui tre bar. In più, secondo il programma aprivano alle sei, alle 19 e 40 eravamo ancora seduti ad aspettare!!! Ci siamo stufati e siamo andati in centro, èrecisamente al ristorante Africa...
Un ristorante Etiope ed Eritreo?? E chi se lo perde!!
Beh, scelta fantastica, ambiente tranquillo, e mangiare divino!!! Mangiare uno spezzatino con le mani da una soddisfazione davvero notevole he he he ^^
Il giorno seguente visita al cimitero acattolico, girando con il groppo in gola per la commozione di certe dediche ed epigrafe...una su tutte quella del poeta Keats, che non ha voluto il suo nome sulla lapide ma la scritta 'Quì giace colui il cui nome è stato scritto sull'acqua'...brividi!!! Poi shopping, quindi via a girare per la zone del ghetto e attorno a via del governo vecchio ^^
Ci siamo innamorati dei negozietti dell'usato!!!!Avrei passato tutta la giornata lì, abbiamo dovuto trascinarci fuori a vicenda perchè nessuno di noi voleva uscire!!!
Poi alla premiazione, su cui stendo un velo, non voglio rovinare un resoconto con critiche...basti solamente pensare che anche se non premiata, la Scimmietta è arrivata in finale nella categoria con altri 18 su più di 200...Brava Giulietta!!!
Ultimo giorno, prima della partenza, la Scimmietta mi ha accontentato e siamo andati al giardino botanico...ci avrei passato un mese lì dentro!!!!!Stupendo!!!Più di 8000 piante! e poi le due bimbe figlie dei custodi ci hanno rincorso per il parco portandoci di volta in volta i cuccioli della loro micina appena li riuscivano a catturare!! Grazie Tesorini!!!
E poi...beh, poi il ritorno, con lo stesso, identico pensiero di ogni volta in testa...Roma...devo tornarci!

mercoledì, giugno 17

Modelli

Penso che ognuno di noi abbia dei modelli fissi, che ci influenzano e ci fanno morire d'invidia. Quante volte avete pensato "Vorrei avere almeno la metà del talento che ha lei/lui?" "Vorrei essere intelligente/saggio-a/bello-a/spiritoso-a/sicuro-a ecc. come lui/lei? E' come se la nostra mente fosse la cameretta di quando eravamo ancora adolescenti coi brufoli e tanti problemi ad accettarsi come si è: addobbata di poster formato gigante dei nostri idoli. Ora quei poster non sono più appesi al muro o all'interno dell'anta dell'armadio, ma sono dentro di noi. Anche se non ci accorgiamo, quando pensiamo ai nostri idoli li immaginiamo come ritratti sorridenti rinchiusi in un foglio di carta patinata. Li idealizziamo, ma anche li facciamo nostri. Il mio caso è un po' anomalo, perché è iniziato con l'indifferenza, poi con l'odio (che era per il 99% invidia) e alla fine è approdato nell'ammirazione più totale. ho conosciuto Stephen King da ragazzina, quando avevo una passione incontrollabile per ciò che era punk e horror. Il mio punto di arrivo naturale era provare a leggere un suo romanzo, dato che tutti sanno cosa scrive. Sono andata in biblioteca e mi sono presa Misery e Pet Semetary. Il primo mi ha lasciato indifferente, mentre il secondo mi piacque abbastanza (soprattutto perché erano citati i Ramones). Ma non ho sentito nessun sentimento di ammirazione. Ok, erano state letture abbastanza piacevoli, ma non mi avevano colpito. Non presi più suoi libri (forse perché ero delusa: non era abbastanza pauroso per me). Poi conobbi Moreno, anni dopo. Io ero cambiata, i miei gusti erano cambiati. Ma quando sentii che adorava King me la presi. Volevo essere al numero uno della sua lista di scrittori preferiti :) beh, in realtà volevo essere la numero uno in tutto per lui. Fatto sta che più professava il suo amore per Stevie King, più mi sentivo di odiarlo. Naturalmente la mia era gelosia e invidia. Soprattutto l'invidia mi punzecchiava forte forte nel fianco. Un anno dopo, forse, accettai di leggere un suo libro, ma solo per far felice Moreno. E da quel momento l'invidia non è sparita. Tutt'altro!! E' aumentata a dismisura, ma non era più negativa o cieca come quella di prima. Questa invidia mi aiutava ad andare avanti. Il confronto con lui era diventato piacevole. Leggevo i suoi libri e mi dicevo: Ma che belli, che lunghi e per niente pesanti. Vanno giù come l'olio. Riuscirò mai a scrivere qualcosa del genere? Qualcosa di così bello? Presi ad ammirarlo, e molto. E lo ammiro ancora oggi per quello che scrive, per come scrive. Da poco ho finito It, suo famosissimo romanzo dal quale è stato tratto un film, e l'ho divorato in una settimana. La particolarità? Il romanzo è di più di milleduecento pagine. Ero risucchiata dalla storia, non vedevo l'ora di andare avanti, perché ero impaziente di sapere come continuava e come andava a finire. La sua fama internazionale è decisamente meritata, ora lo capisco. E nel mio profondo spero di poter scrivere e coinvolgere come fa lui. Ma questo è solo un sogno :)
Buona giornata a tutti!
Giulia

lunedì, giugno 8

La dura legge dell'astinenza

Non intesa come scelta di astenersi però, magari in modo eremitico, da qualcosa... Dev'essere intesa come crisi d'astinenza.
Ragazzi, non prendete mai mai mai psicofarmaci, sonniferi, calmanti e robaccia simile. In natura troviamo tutto ciò che ci serve, e nella nostra forza di volonta dovremmo trovare il restante necessario!
Purtroppo, i medici ben si guardano da consigliarci in quelle direzioni. Sia chiaro, ci sono certi casi in cui gli psicofarmaci sono l'unica soluzione, lo so bene. Però quei casi sono davvero disperati!
Mi scaldo tanto perchè ci sono dentro anch io.. Purtroppo ho qualche problemino con il sonno, e un annetto fà, dei neurologi a Milano mi hanno iniziato al loro uso. Così, i mesi sono passati, e le dosi aumentate come da programma. Ora, sono stufo di non avere risultati, e non voglio più riempirmi di schifezze. Tuttavia, sono tre giorni che non prendo la mia 'pastiglia', e stò scoprendo a mie spese che la venlafaxina- o Efexor - è il medicinale a dar luogo alle più pesanti crisi di astinenza tra tutti. Tra i vari dolori e nervosismi, i due amici costanti sono una fortissima nausea da sbronza tremenda e la sensazione di avere il corpo continuamente percorso da scariche elettriche, nonchè mille altri problemi con cui non vi tedio. Ma non voglio cedere, voglio smettere, sono più forte di quanto tutti possano immaginare, sono un essere umano e gli esseri umani hanno una forza fantastica, cui non serve una pastiglietta per risolvere tutto. Certo, lo fa prima e senza sforzo, ma non senza costo, tenetelo bene a mente. Ragazzi, quando nei momenti di sconforto le pastiglie sembrano una soluzione, e a volte lo so sembrano l'unica soluzione, non cedete, non fatelo. Vi assicuro che ciò che nascondono è peggio, peggio di dove vi trovate. Fidatevi, per quanto buio vi possa sembrare fuori, quella non è una luce, è solo un'illusione che vi porterà ancora più in basso.
Scusate lo sfogo, ma sono tre giorni che stò in modo schifoso, e mi serviva.. ^^ Grazie dell'attenzione, e un bacione a tutti!
Moreno

giovedì, giugno 4

Amicizie & co.

Sapete, penso che nel mondo di oggi sia davvero difficile coltivare delle amicizie serene, aperte, affettuose e soprattutto vere. Prendete me. Da una parte, ho un contatto epistolare con una ragazza conosciuta otto anni fa in un viaggio-studio in Irlanda. Lei ha uno o due anni più di me: eravamo nella stessa casetta in quel viaggio che è durato due settimane, e ci siamo trovate vicendevolmente simpatiche. Era il 2001, io ero una ragazzina di tredici anni che sognava arentemente di andare in Irlanda, perchè era il paese delle favole e della fate, con i suoi prati sempreverdi e le sue colline di erica. Tutto molto idealizzato, come potete vedere. Ad ogni modo, i miei genitori presero al volo un'occasione offerta dall'inpdap: fecero domanda per me per uno dei viaggi studio in paesi anglosassoni. I suddetti paesi consistevano naturalmente nell'Irlanda, nell'Inghilterra e in Malta, ma non si poteva fare domanda per un paese in specifico. Abbiamo provato, esprimendo una preferenza per l'Irlanda, ma non eravamo sicuri che sarei stata accettata per quel viaggio. Invece, poco tempo dopo, arrivò una lettera in cui mi dicevano che sarei andata proprio nella mia sognata Irlanda! Una notizia fantastica! Quello era il mio primo viaggio totalmente da sola (e le gite sclastiche non contano!): non conoscevo NESSUNO che venisse con me, non conoscevo gli istruttori nè gli insegnanti. Ero sola. E in più sarei dovuta saltare su un aereo, e rimanere in un posto sperduto dell'Irlanda (che poi tanto sperduto non era, dal momento che Limerick è la terza città più importante/grande dell'Eire) per ben due settimane! Ma tutto ciò mi faceva relativamente paura. Tutto ciò a cui pensavo era il sogno che si sarebbe realizzato. Partii la mattina prestissimo (quattro di notte se non sbaglio...ma è passato molto tempo), e mi ritrovai con moltissimi ragazzi e ragazze più o meno della mia stessa età tutti assonnati ma impazienti di partire. Non ricorso molto ciò che successe e nemmeno il viaggio in aereo, ricordo solamente un dettaglio: vicino a me era seduto un ragazzo che sembrava avere non più di sedici anni. Io cercavo di non mostrarmi tesa, ma in realtà lo ero: era la mia prima volta in aereo e non sapevo che effetto mi avrebbe fatto...e mi preoccupava soprattutto la partenza. Per questo motivo stavo seduta rigida, con la schiena ben dritta e i bracci sui braccioli, dissimulando (male) sicurezza; tuttavia qualcosa deve avermi tradita (uhm, che ne dite delle mani che artigliavano i pomelli di gomma dei braccioli?) perchè dopo un po' che eravamo seduti il ragazzo mi disse: "Non devi avere paura. E' come andare sull'autobus, ma con un conducente decente". Ciò, se possibile (è quasi comico raccontato anni dopo!), mi gettò ancora più nello sconforto e nell'ansia...dal momento che l'unico mezzo pubblico similare all'autobus su cui ero salita era il piccolo pullmino giallo della scuola...che provinciale! :) Per farla breve, io e Margherita (così sio chiama) ci siamo conosciute e subito è scoccata la "scintilla": era come se ci conoscessimo da una vita! Abbiamo passato due settimane bellissime, io e lei eravamo (quasi) sempre assieme. E dopo, quando fu il momento di partire di nuovo per tornare a casa,ci scambiammo i numeri di telefono (io non avevo ancora il numero di cellulare, quindi dovetti dare il numero di casa) e gli indirizzi: dapprima, la nostra corrispondenza fu tradizionale. Poi, con l'avvento di internet e delle e-mail, abbiamo cominciato a scriverci virtualmente. E da otto anni continuiamo. Certo, non regolarmente, ma appena ognuna può. E a ogni e-mail ci raccontiamo tantissime cose, e sembra che la distanza temporale non ci sia.
Tutto questo per dire che ci sono amicizie incredibili, che durano anni e anni e non ti accorgi nemmeno che il tempo passa, e dopo un po' ti ritrovi a pensare:hey, ma lei la conosco da tantissimo tempo!E siamo ancora in contatto! Penso che lei sia la mia amicizia più duratura, a parte Alice, che conosco da due anni prima di lei. Entrambe le vedo poco (Marghe vive a Trieste e non ci riusciamo mai ad incontrare; Alice studia a Trieste e si è trasferita là da due anni), ma ogni volta che riprendiamo il contatto, anche dopo un mese, è come se non fosse passato nemmeno un giorno. E' bello rivedere queste amiche, che si ricordano di te e si aprono con te anche se è molto che non ci si vede. Naturalmente delle amicizie "a distanza" non sono paragonabili con le amiche che vedi tutti i giorni o quasi. Le amiche che vedo spesso non mi offrono tanta genuinità. Forse perchè sono le persone sbagliate, con un carattere che non si adatta al mio. Forse perchè da loro ho avuto sempre molte delusioni. Forse perchè io non sono un'amica vera per loro. Forse, forse, forse...forse perchè mi sento come se fossi usata, ogni volta.

Ma non è il momento di intristirsi. Anzi, è il momento di essere felici!! Oggi il mio amore e io compiamo due anni e dieci mesi di matrimonio! Che bello :) avere Moreno al mio fianco è stato importantissimo per me in questi anni. Lui è il mio sole, e i suoi raggi mi sono essenziali per andare avanti e farmi coraggio nell'incespicare nel sentiero della vita. Senza di lui sarei persa. Lui è la mia poesia quotidiana, e le sue braccia sono il mio rifugio. Ti amo Moreno, marito, fidanzato, amante, amico, maestro.

lunedì, giugno 1

Foto dall'orto 2009!

Olaaa!!! ^^ In realtà non so proprio cosa io abbia da esser così contento, siamo sia io che la dolce Scimmietta pieni d'influenza, mal di gola e connessi -_-... Così, oggi dopo lavoro ( eh si, purtroppo quando il dovere chiama io provo a non rispondere, ma quello insiste) ho messo ordine tra le foto ed ecco questo post epico per dimensioni come risultato!
Intanto, partiamo col dire che l'altro anno avevo incominciato a coltivare qualcosina dicendo tra me e me 'Massì, in fondo coltiverò prezzemolo, menta, forse forse qualche altra erba e basta!'
E questo è il risultato...

Questi sono il lato A e B del mio orticciuolo..ormai stò sfruttando tutto lo sfruttabile!




A parte il solito basilico, quest'anno ne ho anche una varietà viola...devo dire che il sapore è molto meno intenso di quello classico, però è buono!


..poi abbiamo due piante di carciofi....


...tre di cetrioli...



...un pezzo di aiuolina dedicata a cipolle e aglio, ma visto che si duplicano spesso, ho perso un pò il conto!


..I pomodori danno tanta soddisfazione! Questo è uno da insalata...è un ciccione! ^^



Ecco l'erba Luisa: è una tra le mie preferite come profumo! Ogni volta stacco una fogliolina, me la annuso e mi mette di buon'umore...E' buonissima!



I primi fagiolini ^^ che noi chiamiamo tegoline..


..le piante di fagiolini gialli...


..e quelle dei fagioli rampicanti. ^^ Ogni giorno guido i loro steli uno per uno verso la rete, così possono crescere in tutta tranquillità!



Il finocchio...^^ ogni volta che l'annuso mi torna in mente la Finocchiona! Da noi non si trova, e mi manca! E' buonissimaaa!!


Ecco quì una fragole imboscata! Adoro vedere i colori che spuntano dal nulla...




Quest'anno mi sono dato alla pazza gioia con i peperoncini! Questi sono gli eureka, che poi col tempo diventeranno sul giallo e rosso...

...questi i friariella, che Luisa, la moglie del mio fratellone, da brava Foggiana mi insegnerà a cucinare ^^...

...questi i fuoconero (sono quelle bacche piccole piccole che si intravedono sulla pianta) e già cosi, appena nati, sono piccanti!



^^ quì è uno degli ospiti che si gode il sole...

..ed ecco i miei orgogli! Una pianta di Habanero Chocolate e una di Habanero Orange,




questo bel tipetto quì per intenderci, che fino a pochi anni fà erano i peperoncini più piccanti al mondo! ^^ Non vedo l'ora che siano pronti!!! Se ne vorrete qualcuno, per voi amici del blog ve lo spedirò a casuccia come regalo!!!!



...I lamponi. sono un frutto che ADORO....il loro colore, i pelucchi morbidosi che hanno, il sapore...mhhhhh ^^

Poi abbiamo un sei piante di melanzane....


...tre di meloni....



L'altra mia preferita come profumi: la menta romana... L'ho scoperta da poco, ma è fantastica! Basta accarezzarla ( io lo faccio spesso con le mie piantine) e tutt'attorno il suo profumo si sente anche a un metro di distanza! ^^ Odora di sciroppo alla menta he he he...


..poi l'origano, che invece di crescere in altezza stà espandendosi a tappeto -_- manie di colonialismo credo...

...ecco il primo peperonee!!! ^^


..di cui ho sei piantine...


il rabarbaro! ^^ Stà crescendo con una lentezza bradipale, ma con quei gambetti rossi gli si perdona tutto...

Il ribes, ^^ Acidoooo!! Ma buoninooo


La salvia, il prezzemolo e la rucola selvatica..


...un altro grappolo di pomodorini ^^ Che dolci tutti vicini viciniii..



...e per cambiare altri pomodori! ^^ In tutto sono una ventina di piante, quindi quasi quasi quest'anno farò la marmellata di pomodori verdi.. La conoscete? E' buonissimaa!! La mia mamma la faceva sempre un tempo^^


Il timo limone...adoro i ricami di giallo sulle sue foglioline graziose... ^^


Poi una pianta di zucca, l'Aspen F1 ( di quelle schiacciate arancio acceso, perfette per halloween per intenderci )




...e due di zucche varietà Marina di Chioggia! Eccone una che presto svilupperà! Almeno spero presto! Anche se so che arriveranno appena a settembre, sono già impaziente -_-..






e poi le zucchine, solo quattro piante, ma vanno come treni! ^^
Poi ci sarebbe ancora qualcosa, come le due piante d'anguria, ma ho finito per vostra fortuna la batteria della macchina!

Ecco fatto, anche questa è passata! ^^ Buona notte a tutti, ciaoooo
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...