mercoledì, maggio 5

Far east film festival


Oggi vi parliamo dello splendido Far East Film Festival che si svolge a Udine ogni anno più o meno dal 21 aprile al primo maggio. Quest'anno si è appena conclusa la dodicesima edizione e Moreno ed io non potremmo essere più felici! Infatti il film (Castaway on the moon, di cui vedete la locandina a fianco) per il quale avevamo detto: "questo dobbiamo andarlo a vedere a tutti i costi!" ha vinto il festival con il premio assegnato dal pubblico.
Ma procediamo per ordine: che cos'è il Far East?
E' un festival dedicato esclusivamente a film provenienti, come dice il nome, dall'estremo oriente e in particolare dall'Asia: ciò significa Giappone, Korea, Filippine, Cina, Tailandia, Hong Kong (se ho dimenticato qualcuno scusatemi). Quindi è un'occasione più unica che rara per gli appassionati dell'Asia e del cinema asiatico come lo siamo noi: non solo si possono vedere film in anteprima internazionale, ma anche comprare dvd e gadget altrimenti introvabili, oltre al fatto che il 99% di questi film non arrivano in Italia nemmeno sottotitolati.

Questa è la seconda edizione che seguiamo e ogni volta siamo stati molto contenti dei film che abbiamo scelto: film di qualità, emozionanti, divertenti e paurosi, infatti una giornata è dedicata esclusivamente alla proiezione di film horror. Quest'anno Possessed ci ha davvero deliziato e fatto saltare sulle sedie! (Ok, ok, solo io sono saltata sulla sedia, Moreno e il mio fratellino che era con noi no, comunque è piaciuto a tutti!).
L'altro anno ci siamo persi per un pelo Departures, film giapponese che ha vinto l'oscar nel 2008 come miglior film straniero e che al Feff (abbreviazione di Far east film festival) ha vinto l'audience award del 2009, perchè i biglietti erano esauriti. Per fortuna siamo riusciti a vederlo quest'anno, perchè in via del tutto eccezionale è uscito (sentite un po' qui) doppiato in italiano in dodici sale in tutt'Italia = vero miracolo. Ad ogni modo, è un film stupendo che consiglio a tutti di vedere. Una recensione la trovate qui. Solo una precisazione in aggiunta al commento su mymovies: non si tratta di becchini ma di tanatoesteti (nokanshi), la cosa è ben diversa.

Quest'anno, però, non ci siamo fatti sfuggire il film premiato dal pubblico come il più bello! E il titolo tanto ambito è andato a Castaway on the moon, film che ha saputo coinvolgerci tantissimo, emozionarci e divertirci. In sostanza, sono le storie di due persone diversissime che si intrecciano in modo bizzarro: lui è un impiegato che, dopo un fallito suicidio, si vede "naufrago" (castaway per l'appunto) in un'isola in un fiume nel mezzo della città; lei è una ragazza hikikomori ( qui la spiegazione di wikipedia) che per anni ha vissuto rinchiusa nella sua stanza di propria volontà.
Moreno aggiunge che è stato il film che più l'ha emozionato negli ultimi anni, e non solo tra quelli asiatici ma in generale; e io concordo: emozionante come pochi, fantastica fotografia, scene molto divertenti, profondità, insomma un film che davvero ti lascia qualcosa dentro. Ecco il trailer così vi potete fare un'idea:




Putroppo i sottotitoli sono in inglese e quindi se non lo capite vi perdete moltissimo...per fortuna io e Moreno abbiamo un livello buono d'inglese e riusciamo a capire tutto. Per chi non conoscesse questa lingua, tuttavia, il far east mette a disposizione delle cuffie con la traduzione simultanea. Sperando che questo film venga doppiato in italiano e distribuito anche qui in Italia, per deliziare chi vorrà vederlo, ci avviamo alla conclusione di questo lungo post.
Alcune precisazioni sul festival, per finire: se siete dalle parti di Udine nei giorni in cui fanno il Feff vi consigliamo di andarci, a maggior ragione se siete "orientedipendenti"! Questo è il sito del festival se vi interessa. Potete vedere il trailer del festival, l'audience award di quest'anno e tutte le info che vi interessano.
Un grande saluto a tutti da Moreno e Giulia! Passate una buona settimana!

6 commenti:

Ely ha detto...

davvero ricco e interessane questo post, non conoscevo questo genere di film e ne rimarrei purtroppo esclusa visto la mia totale ignoranza in lingua inglese ma mi affascinano queste cose... mi piace scoprire nuove tradizioni, di cultura di arte di cinema come di cucina e di costumi, buona serata ragazzi! a presto Ely

APRANZOCONBEA ha detto...

Questo festival, me lo ripeto ogni anno, prima o poi verrò a vederlo. MI piace il cinema a est, sia far che vicino. E Departures ad esempio, l'ho visto di recente, incantevole. A questo punto Castway mi incuriosisce molto, trattando una tematica di cui ho spesso letto. I fenomeni sociali giapponesi sono sempre estremi!

Luca and Sabrina ha detto...

Sarò sincero, non sono un grande cultore dei film asiatici, anche se ne ho visti alcuni e li ho apprezzati molto per la grande poesia e la cura della regia che usano. Sanno, con le immagini, trasmetterti emozioni che, anche se non conosco la lingua (anche il mio inglese è scarsissimo), sanno dire più di mille parole.
Sabrina, invece, li adora e, cosa che non guasta, il suo inglese è eccezionale.
Buona settimana e, speriamo che qualche sala cinematografica di Bologna ci consenta di vederlo.
Abbraccio forte da Luca&Sabrina

Lu ha detto...

Salve ragassuoli, sapete che non credo d'aver mai visto un film asiatico di questo genere? Gli unici che guardo, e mi piacciono, sono quelli stile La Tigre ed Il Dragone, Seven Sword ecc ecc.
Anche in questi tuttavia si nota una cura per le immagini ed i dettagli che fanno veramente la differenza.
A proposito di cinema, influenza permettendo mi piacerebbe andare a vedere Agora.
Un bacione ad entrambi e buon weekend!

Jul e Mo ha detto...

Cara Ely, per fortuna i film più belli li troviamo per esempio in DVD o in "edizione limitata"...o, per i più tecnologici, si possono scaricare con tanto di sottotitoli in italiano.
Bea, mi fa piacere che ti sia piaciuto Departures, i nostri gusti sono simili! Se passi a Udine in occasione della prossima edizione del Feff facci un fischio! ^^
Luca e Sabrina: hai ragione luca, i film asiatici, ho notato, sono molto più poetici di quelli occidentali. Forse perchè la cultura è diversa, e in Asia c'è una delicatezza che noi cel la possiamo sognare :)
Lu:anche a noi piacciono moltissimo i film del genere (la tigre e il dragone era splendido!). Comunque condivido: vorrei andare a vedere Agora appena esce (è già uscito?), la storia mi interessa molto.
Un bacio a tutti e buona domenica!
Giulia

Lu ha detto...

Da me stranamente è uscito il week-end appena finito, ma con l'influenza non son potuta andare.
E ti pareva! Qui è raro che diano qualcosa un pò più di nicchia, se capite cosa intendo, e quando lo danno io me lo perdo!!
Mannaggia!!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...