mercoledì, giugno 27

Delle fisime.

fisima
[fì-ʃi-ma]

s.f.

Idea illogica, stravagante: gli è venuta la f. di diventare attore; ha la testa piena di fisime
‖ SIN. capriccio, fissazione



Il mondo, da quel che si dice, è un posto bello poichè variegato. Ogni singola persona, per quanto possa essere simile ad un'altra, si distingue sempre da piccole cose, che poi tanto piccola, qualcosa che decreta un'unicità, non può esserlo.  E le differenze migliori, le sfumature più belle che consentono di colorare il mondo usando le persone come colori su una tavolozza, non sono date dal colore di pelle occhi ecc, ma dalle differenze interiori.
I corpi possono pure assomigliarsi, ma le menti, oh, quelle si che sono galassie a se stanti, piccoli sistemi in cui ognuno ha le proprie costellazioni, i propri satelliti e i propri soli.
E, certamente, le proprie manie. 
Chiamatela mania, sghiribizzo, stranezza, fissazione, stravaganza, è sempre la stessa cosa: è quel chiodo fisso che ci condiziona, che a volte facciamo finta di non riconoscere come tale ma dentro di noi lo sappiamo, eccome se lo sappiamo, è una fisima bella e buona.
Certo, in questo momento storico in cui l'omologazione è d'obbligo, tanto che persino i caratteri distintivi di chi desidera essere ribelle sono bell'e catalogati, le fisime possono essere viste come un peso; fastidiose per il proprietario, che cerca di nasconderle agli altri e a se stesso per non ammettere di sentirsi una pecora un po' meno bianca delle altre.
Sinceramente io sono esattamente per l'opposto: fisserei subito una data per la Fisima Pride.
Chi è così fortunato da avere queste piccole preziose unicità dovrebbe andarne fiero, gongolarsi e gonfiare il petto quando cammina per strada o siede all'ufficio.
Ma si sa, è facile magnificare, pontificare, ciarlare e tessere le lodi di qualcosa senza tuttavia mettersi in gioco...
Quindi oggi voglio prendere una posizione, voglio fare Outing e dire: Si! Ho anch'io le mie Fisime!


E per dimostrare che faccio sul serio, che non sono fonts al vento, eccovene alcune!

- Una delle più curiose, per esempio, è la mia mania di girare il cuscino prima di andare a dormire.

Sposto immancabilmente il lato che era a contatto con il materasso verso l'alto, in una sola, unica rotazione. Se per caso poi non ricordo se l'ho già girato vado nel panico per un'attimo, perchè girarlo una seconda volta significherebbe dormire senza praticamente averlo girato, quindi sono capacissimo di accendere la luce e rimuginare calcolando quante volte l'ho girato...


- Un'altra, che mi provoca un fastidio interiore tremendo, è il verso in cui è messo il rotolo della carta igienica. Per una questione estetico-pratica, deve essere sempre messo sul porta rotolo in modo che si svolga con gli strappi che escano dall'alto e non da sotto, e non riesco a lasciarlo al contrario nemmeno a casa d'altri!


- Questa è colpa di mia madre si potrebbe dire, e prima ancora della tradizione scaramantica della nostra zona. Guai a mettere le posate incrociate!! A furia di sentirmi dire che porta male, sembro un funambolico cameriere francese a volte, quando fulmineo mi sporgo oltre le tavolate a sistemare le posate della Scimmia, la quale se ne straciccia tranquillamente della loro disposizione.

-Credo fermamente che non dovrebbe essere consentito a nessuna forma di vita di zuccherare il tè...se ne perde tutto il sapore e il profumo!! Ma siamo matti?? 

  
E voi? Quali sono le vostre piccole manie? E i vostri familiari vi sopportano come fa la Scimmietta con me? Raccontate gente, sono curioso!!





4 commenti:

SELENA ha detto...

ehehe, bel tema!!! io mangio le verdure senza condimento, mi guardan strano, sembro la pazza che non ha capito niente, ma ho trovato un compagno con la stessa mania! controllo che le porte siano chiuse, anni fa ero da ossessione compulsiva, me ne son liberata per fortuna, tutta colpa di una porta di casa lasciata aperta...passano certe fisime. forse ora con un bimbo la memoria cede per la stanchezza e molte manie le ho perse, per il semplice fatto che non le ricordo ;) comunque anch'io penso che la carta igienica vada messa nel verso alto, mi sembra piú logico. come per molte altre cose...ma a sto punto penso basta trovar la persona giusta con cui condividerle e diventano normali e non sembrano piú manie ;)

Jul e Mo ha detto...

Ciao!!!
^^ Vedi, le persone così diventano come le verdure, sono interessanti anche senza condimenti ;)
Un abbraccione!!!

Luna - Pizza Fichi e Zighini ha detto...

Con me,(con noi) sfondi una porta aperta! Fammi sapere quando sarà il Fisima Pride che io ci sarò! Pronta, in prima linea!!
A dir la verità sono io che sopporto di più le fisime del mio consorte, ma dopo 22 anni di vita in comune ho finito per prendere il peggio e aggiungere le sue fisime alle mie.
Sul rotolo di cartaigienica concordo perfettamente e la stessa disposizione con lo strappo a vista deve avere il rotolo di scottex in cucina. Poi che so: vogliamo parlare della mania di sbicchierare (anche solo con l'acqua) prima di mangiare per augurarci buon appetito? Guai a non farlo. potremmo rischiare l'inappetenza o una mala digestione... Oppure la fisima di disporre ogni signolo oggetto sul comodino assolutamente sempre nello stesso modo pena ritrovarsi insonni a rimuginare sul disordine intollerabile di questa casa?
ma potrei continuare per ore...quindi chiudo qua e vado al lavoro, portandomi dietro questa vostra bella riflessione perchè sì: unicità e non omologazione, sai che noia sennò??
Baci ragassuoli, e buona giornata!!

Jul e Mo ha detto...

Ciao!! Sarà pure una derivazione un pò voyeur, ma è un piacere leggere queste curiosità sugli amici del salotto!! ^^ Buon lavoro!!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...